COMUNICATO STAMPA N.° 30/2013

     LECCE 02 ottobre 2013

 Forse per il 32enne Peso Massimo Emanuele “Big” Leo, si tratta di un appuntamento spartiacque: iniziare seriamente a sognare traguardi prestigiosi, o dover ridimensionare progetti e speranze inseguiti durante tutti questi anni di attività pugilistica. Per il copertinese Leo e, di conseguenza anche per il tecnico Francesco Stifani, è il momento della verità. Nei giorni scorsi, difatti, è giunta nel Salento una telefonata da parte del manager Salvatore Cherchi (OPI 2000 di Milano) il quale ha comunicato a Leo e Stifani, la possibilità della sfida contro il britannico Anthony Joshua, al suo esordio nei professionisti e noto soprattutto per aver battuto durante la discussa finale di Londra 2012, l’azzurro Roberto Cammarelle. L’annuncio ufficiale per Leo, è ovviamente giunto da Londra da parte di Eddy Hearn, proprietario della potente organizzazione inglese Matchroom Promotion. Sarà quindi l’imbattuto Peso Massimo pugliese Leo (9 vittorie impreziosite da 3 ko), peraltro reduce dal successo ai punti di domenica 22 settembre scorso (a Copertino) sull’ungherese Sandor Balogh, ad affrontare il prossimo 5 ottobre alla O2 Arena di Londra, l’inglese Joshua. “Big” Leo avrà quindi l’onore di far parte del cartellone della mega riunione di valenza mondiale allestita da Hearn e ripresa da Sky Sports nella quale verranno disputati: il mondiale dei Super Gallo WBA tra l’inglese Scott Quigg (26-0-1) e lo sfidante cubano Yoandry Salinas (20-0-1); il titolo britannico e del Commonwealth dei pesi piuma tra il gallese Lee Selby (16-1) e l’inglese Ryan Walsh (16-0-1); il titolo internazionale dei Pesi Leggeri IBF tra l’inglese Kevin Mitchell (34-2) e il messicano Marco Lopez (23-2) e il secondo incontro da professionista dell’inglese Luke Campbell, medaglia d’oro ai giochi di Londra nella categoria56 kg, opposto al connazionale Neil Hepper (5-2).

 

          «Abbiamo ricevuto questa sfida praticamente pochi giorni addietro, quindi insieme a Leo non c’è stato il tempo fisiologico per preparare con tutti i crismi questo match – spiega il tecnico della BeBoxe, Francesco Stifani – Peraltro dopo la vittoria contro Balogh dello scorso 22 settembre eravamo in una fase di rilassamento; poi è giunta la chiamata che ha scombussolato i programmi. Detto ciò, non abbiamo voluto rifiutare questo appuntamento: siamo consapevoli del fatto che questo genere di inviti non capitano certo tutti i giorni. Nonostante Anthony Joshua sia all’esordio nei Prof, siamo consapevoli della sua forza, quindi ci prepariamo per l’incontro di sabato in punta di piedi ma determinati a far bene. Non nascondo che proprio questo match, potrebbe chiarire meglio le idee un po’ a tutti: difatti, qualora Leo dovesse disputare un buon match, potrebbero spalancarsi improvvisamente delle porte molto interessanti e non parlo solamente quelle per il titolo italiano. In caso di una sconfitta cocente invece, come il pugilato insegna, si potrebbero seriamente ridimensionare molti nostri progetti»

          Anche “Big” Leo è cosciente dell’importanza di questo incontro.

          «Non capita spesso di poter far parte di una serata internazionale dall’elevato spessore tecnico e con il pubblico delle grandi occasionicommenta Leo – In questi pochi giorni ho cercato di raccogliere le migliori energie e di puntare ad una maggiore esplosività e potenza dei colpi. Ho voluto accettare questa delicata sfida senza alcuna remora. Con il mio maestro Stifani, ci siamo guardati negli occhi e senza dirci troppe parole, abbiamo condiviso questa sfida, consci della delicatezza della prova, anche in previsione di ciò che potrebbe scaturire per il futuro. Come i veri pugili, ciò che conta è salire sul quadrato e gettare il cuore oltre l’ostacolo: il resto lo deciderà solo, la forza, la fortuna e quel destino scritto in un libro intitolato “Pugilato”. Di certo io sono pronto”.

Domani sera l’evento in programma all’O2 Arena di Londra, sarà trasmesso da Sportitalia2. Intanto, durante le operazioni di peso, entrambi i pugili hanno fatto registrare sulla bilancia 230 libbre (circa 104 kg). Il copertinese Big” Leo e i tecnici Francesco Stifani e Carmine Conte, sono pronti per questo grande appuntamento internazionale, al termine del quale si traccerà il futuro del professionista salentino.

Ufficio Stampa

Sandro Turco

Di Alfredo