la-promoter-internazionale-rosanna-conti-caviniOggi, lunedì 30 novembre, anche nel giorno del secondo compleanno di Desirée Corsini, figlia di Fabrizio e Monia Cavini e nipote dei manager Umberto e Rosanna Conti Cavini, l’organizzazione grossetana sta lavorando alacremente in vista della grande riunione del 12 dicembre prossimo. Le luci del Palasport di via Austria si accenderanno sulla grande boxe internazionale, con cinque incontri profesisonistici che non mancheranno di regalare grandi emozioni. Presenti cinque atleti dell’organizzazione di Umberto e Rosanna Conti Cavini, qualcuno già affermato, altri in via di dare vita a una possibile grande carriera.

Copertina per i ragazzi già affermati, Andrea Di Luisa, Antonio De Vitis ed Emanuela Pantani. Di Luisa, professionista dallo scorso anno, è il talento emergente che più ha impressionato nel panorama della boxe italiana, vincendo i suoi sei incontri già disputati tutti con inequivocabili ko: Loffredo all’esordio ha resistito quattro riprese, Orsos, Gasper e Muntane una sola, Vuka due, meglio è andata a Rondelli che gli ha lasciato l’Intercontinentale Wbf dei mediomassimi “solo” alla sesta ripresa. Di Luisa combatte da peso supermedio e sta attendendo la grande occasione, affilando le sue armi, soprattutto il potentissimo diretto destro.

Antonio De Vitis non lo scopriamo adesso. Campione italiano, Mediterraneo Wbc, Internazionale Ibf e Intercontinentale Wbf, il brindisino di stanza a Savigliano può ancora togliersi grandissime soddisfazioni nel panorama dei superpiuma, sia a livello continentale che, perché no, anche a livello mondiale. Dotato di velocità e buon pugno, sta crescendo molto, incontro dopo incontro, sotto le cure di Bruno Vottero e Aniello Flauto. Il prossimo 12 dicembre cerca la sua quindicesima vittoria in carriera.

Emanuela Pantani ha Grosseto, la sua città, è un idolo: campionessa europea e mondiale dei gallo Wba, sta ancotra raggiungendo la piena maturità atletica e professionale. Dopo il suo decimo incontro deciderà con i suoi manager gli impegni futuri, che sicuramente saranno ancora connotati dal colore dell’iride.

La serata di Grosseto, oltre i talenti Minozzi e Saltalamacchia della Pugilistica Grossetana guidata da Umberto Cavini e diretta all’angolo dai maestri Alessandro Scapecchi e Vincenzo Botti, si esibiranno due giovani e talentuosi neoprof. Il laziale Giuseppe Di Micco è al suo quinto incontro in carriera, ma già ha impressionato tutti per la sua tecnica e il suo coraggio, è invece all’esordio il perugino Walter Fiorucci, su cui conta molto il suo mentore, il grande Gianfranco Rosi.

Diretta televisiva dei match più importanti su Rai Sport Più, con commento di Mario Mattioli e Nino Benvenuti.

Ufficio stampa Rosanna Conti Cavini

Di Massimo

6 pensiero su “Conti Cavini in fibrillazione per il preparativi del 12 Dicembre”
  1. E per quanto riguarda ottimi pugili come Tassi,Urbano,Grilli? No voglio credere che anche loro abbiano avuto problemi con i Cavini..Se così fosse sarebbe il caso che per il bene della boxe questi signori facessero altro! Se è così che salvaguardano i loro pugili tanto vale andare a combattere in Romania

  2. ma qualcuno sa dirmi perché in programma non ci sono Di Rocco Servidei Niro? Strano,forse anche loro avranno avuto i soliti problemi con i Cavini?

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi