audace.jpgOrmai ha 106 anni ma di smettere con la boxe e con gli altri sport da combattimento proprio non ne vuole sapere. E’ l’Associazione Sportiva Audace che, a partire da quel lontano 15 ottobre del 1901, quando ha aperto le porte per la prima volta in via Frangipane 39, è stata sempre un punto di riferimento per tanti atleti. Oggi la società è riconosciuta come una delle più importanti per il suo lavoro nel settore del pugilato; tanti degli sportivi che hanno lasciato il segno in questa disciplina, infatti, sono nati proprio qui. Tra loro: Mario Bianchini, Enrico Urbinati, Aldo Bentini e, in tempi recenti, Vincenzo Cantatore. Ma non bisogna dimenticare l’importanza che tutti gli altri sport hanno avuto nella lunga storia di questa palestra.

Le discipline più praticate nei primi anni, infatti, erano il ciclismo, il nuoto e l’atletica pesante. Con il passare del tempo sono state introdotte altre pratiche come il sollevamento pesi, la lotta, la ginnastica e anche il calcio, tanto che la società arriva ben presto a rivaleggiare con la Lazio. Ben diciannove atleti audaciani, dal 1912 al 1968, hanno partecipato ai Giochi Olimpici e vinto medaglie nella scherma, nel pugilato, nell’atletica pesante e leggera e nelle arti marziali. Dal 1920 ad oggi, inoltre, sono stati diciassette i pugili che hanno vinto il titolo di campioni italiani. Ma, se questa società può vantare un passato illustre, non si può certo dire che il suo presente sia da meno. L’A.S. Audace, infatti, continua ad essere una fucina di atleti di tutte le discipline, con un occhio di riguardo al pugilato, insegnato e praticato secondo le regole della tradizione. Ad insegnare la noble art, in via Frangipane, ci sono Gabriele e Fabio Venturini, figli dell’inarrestabile Presidente Cesare Venturini, e, con loro, anche Carmelo Paris, Piero Russi e Marco Gianfrancesco. Quello che contraddistingue la palestra dalle altre è proprio il rispetto della tradizione: “Da noi – dice il Presidente Venturini – vengono pugili da quattro generazioni consecutive. Puo’ capitare di incappare in un giovane alle prime armi il cui nonno, o bisnonno, ha praticato qui il pugilato”. Ma all’Audace c’è posto anche per le altre discipline. Oltre al pugilato, al quale sono destinate ben due sale, con ring e sacchi e un lungo corridoio dove si fa il riscaldamento, la palestra ha altri due spazi per il body building. Per le arti marziali – nel programma ci sono il judo, l’aikido e il thai chi – invece, ci si trasferisce tutti nella famosa Sala Gigli che si trova li’ di fronte.

4 pensiero su “Audace e pugilato: un amore che dura da 106 anni.”
  1. Salve Sono Fabio Bianchini Nipote dell’ Audaciano Campione D’Italia e D’europa Mario Bianchini pesi Leggeri 1932, per tutti gli appassionati di boxe ho pubblicato su YouTube un filmato dedicato a mio nonno questi sono i link:
    http://www.youtube.com/watch?v=oSR_HVZkkLE
    http://www.youtube.com/watch?v=J5UCztRjDeY
    http://www.youtube.com/watch?v=rb1FiEloqWM
    http://www.youtube.com/watch?v=J3lSCzLgNvg
    http://www.youtube.com/watch?v=xa_-tXVUf1w
    http://www.youtube.com/watch?v=7j4iitWeTKg
    http://www.youtube.com/watch?v=dDq4qyfQLnU

    Saluti

  2. vorrei notizie e score di renato di giacomo pugile anni20…30…che si allenava in questa palestra

  3. Potreste; se posssibile, inviarmi informazioni inerenti stores dove possa trovare abbigliamento Audace boxe? Possibilmente a Roma o nelle principali citta’ italiane
    Grazie mille

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi