_DSC0616 _DSC0666Bergamo, 25 gennaio 2015 – Il titolo EBU dei pesi leggeri è rimasto in Italia quando Emiliano Marsili, kg 60.400, si è imposto per fuori combattimento nella settima ripresa sull’ungherese Gyorgy Mizsei jr, kg 60.600, chiamato a sostituire pochi giorni prima l’influenzato Antonio De Vitis. I due si erano affrontati quattro mesi prima a Viterbo e l’italiano aveva superato il magiaro con verdetto unanime deciso ai punti dopo 12 riprese. Questa volta l’andamento del confronto è andato diversamente, sia perché il campione conosceva bene l’avversario, sia perché lo sfidante non si è presentato con la preparazione certosina condotta per il primo incontro. Le due circostanze hanno favorito la potenza del mancino civitavecchiese. Mizsei Jr ha svolto comunque il suo ruolo di combattente, sfruttando l’altezza, il gioco di gambe e la capacità di chiudere in clinch il pericoloso campione. Il primo segno di cedimento dell’ungherese è apparso sul finire della terza ripresa quando è crollato sotto i colpi impietosi del campione mentre suonava la campana che chiudeva il round. Mizsei Jr è tornato a scricchiolare nella sesta frazione quando è caduto due volte per colpi al tronco. L’ungherese ha dato l’impressione di aver recuperato durante il settimo tempo quando ha pressato il campione con insistenza. Poi un sinistro al volto lo ha fatto sedere sulla stuoia e l’arbitro lo ha fermato dopo il conteggio.

Marsili, 38 anni compiuti lo scorso agosto, ha mantenuto la cintura europea alla sua quarta difesa ed è rimasto imbattuto con 31 vittorie (14 prima del limite) ed 1 risultato di parità.

Mizsei Jr, 21 anni compiuti nel novembre passato, ha scritto sul suo record la sconfitta numero 13 a fronte di 21 successi (12 anzitempo).

 

SCRARPA TORNA CAMPIONE ITALIANO

Andrea Scarpa, kg 63, ha riconquistato la cintura di campione italiano dei pesi superleggeri superando nettamente il co-sfidante Francesco Acatullo, kg 62.500, al termine di 10 riprese. Il verdetto è stato unanime con due cartellini che hanno riportato 98-92 ed uno che ha registrato 97-93.

Scarpa, foggiano di 27 anni residente nel capoluogo piemontese, è stato campione nazionale dei superpiuma nel 2012-2013 e dei superleggeri nel 2013. Ha migliorato il record portando il numero dei trionfi a quota 17 (8 prima del limite) contro 2 rovesci.

Acatullo, campano di 26 anni trapiantato nel pavese, ha lasciato il ring con il record di 7 vittorie (1 anzitempo) e 3 perdite.

Lungo l’arco della serata è stato osservato un minuto di raccoglimento per la recente scomparsa di Bruno Visintin, Carlo Maggi e il giornalista Fulvio Andreoni.

 

Altri risultati:

Supermedi, Mouhamed Ali Ndiaye  V PT 6  Norbert Szekeres

Massimi-Leggeri, Leonardo Damian Bruzzese  V SQ 5 Marko Rupcic

Medi, Catalin Paraschiveanu  V PT 6  Zoran Cvek

La foto scattata da Renata Romagnoli si riferisce al precedente match di Marsili

Fonte www.sportenote.com

Di Alfredo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: