LA BOXE SPOLETO APRE “ ALLA BOXE PER TUTTI” –
ATTIVITA’ NON AGONISTICA
Immagine 1Davvero una Associazione Sportiva, la Boxe Spoleto, che non finisce mai di allargare i propri orizzonti.
Si spazia dalla attività per i giovanissimi che ha visto ben 10 bambini e bambine disputare il “Criterium” nei locali della palestra sociale per approdare alla “ chessboxing” la nuova disciplina sportiva in gran voga nei paesi del Nord e dell’est, mista di scacchi e boxe che ha già visto un atleta del sodalizio spoletino conquistare il Campionato d’Europa a Londra; dall’attività agonistica dilettanti e Professionisti per arrivare GIOVEDI’ PROSSIMO 28 GENNAIO ALLE ORE 21,15, per la prima volta nella storia della SpoletoBoxe, alla attività della “ BOXE PER TUTTI”.
Con la concreta motivazione mirata all’autofinanziamento della vita sportiva del sodalizio spoletino, chiunque potrà partecipare alle lezioni pugilistiche. Aperta ad uomini e donne, ragazzi e ragazze, senza limite di età che,  animosi di esercitarsi al sacco, al punghing-ball ma che non intendono avere un confronto agonistico, gli iscritti potranno esercitarsi negli allenamenti propri dell’attività agonistica senza l’ultimo atto, quello vero e proprio del combattimento sul ring.
Così, negli accoglienti e tecnicamente attrezzati locali della nuova palestra della Boxe Spoleto, in Loc. Madonna di Lugo, proprio di fronte al concessionario Fiat Auto, a partire dalle ore 21,15 di giovedì prossimo fino alle 22,30, sotto la esperta guida del Maestro Gianni Burli e dell’Istruttore Fabio Burli si comincerà questa nuova avventura.
Gli allenamenti prevederanno  esercizi di ginnastica aereobica integrata da figure e tecniche di boxe finalizzate oltre al miglioramento dell’autostima anche ai rudimenti della difesa personale
Quella che potranno esercitare coloro che decideranno di frequentare la palestra della Boxe Spoleto, sarà l’attività ideale per bruciare parecchie calorie e per sfogare lo stress del vivere quotidiano.
a Proposta nel modo adeguato, la boxe è uno sport molto interessante anche per il pubblico femminile. Aiuta a tonificare i vari distretti muscolari ed il miglioramento delle qualità coordinative e della velocità, costituisce una solida base per difendersi adeguatamente da possibili aggressioni.
Per dare qualche indicazione della storicità della disciplina pugilistica non agonistica possiamo senz’altro ricordare che furono proprio chiamati «Noble art of self defence», nobile arte dell’ autodifesa, quei dettami che agli inizi del ‘ 700 James Figg, maestro inglese di scherma, incluse con la sezione «pugilato» nella sua scuola d’ armi.
Fu poi Jack Brougton che nel 1743 raccolse le norme che scaturirono dalla attività pugilistica senza contatto,  il nome di «London Prize Ring Rules». E che presero la loro forma definitiva nel 1865 grazie al marchese di Queensberry.
Per cui eliminando radicalmente il rischio ed il timore di potersi fare male in allenamento, la boxe può essere praticata in modo divertente ed efficace.
E poi quanti avrebbero voluto calcare il ring e provare l’emozione di salire sul quadrato e di incrociare i guantoni con un avversario? Questo, per chi vorrà, sarà possibile grazie alla boxe amatoriale. Una volta acquisita la tecnica necessaria sarà possibile effettuare anche dimostrazioni sul ring con verdetto, dove viene premiata la tecnica, sempre senza alcun contatto fisico.
Per ulteriori informazioni si possono chiamare i numeri 328-0913951 ( Gianni Burli) e il 340-5100479 ( Fabio Burli).

Di Massimo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi