La boxe itinerante della Quero-Chiloiro si è trasferita a Francavilla Fontana domenica 26 marzo, grazie alla co-organizzazione della storica palestra di pugilato tarantina con la Lifeplanet Thaiboxe del tecnico Cosimo D’Elia di Francavilla, che ha ospitato la boxe nella palestra della scuola elementare Montessori per la 27^edizione del Trofeo dell’amicizia. La manifestazione sportiva ha coinvolto sedici atleti in un confronto interregionale tra Taranto, Bari, Lecce, Matera e Catanzaro.

Ad aggiudicarsi l’ambito trofeo, è stato il pugile della Quero-Chiloiro originario di Gioia del Colle, Alessandro Donvito, che ogni giorno viaggia dalla provincia barese per rincorrere il sogno della boxe e, a conti fatti, non con pochi risultati. Punta in alto infatti Donvito, atleta ancora diciannovenne che ha già acquisito l’eleganza necessaria sul ring per farsi notare, e che si è guadagnato il Trofeo nel confronto tra gli élite 71 kg con Luca Scerbo della Invictus boxing club Catanzaro; entrambi i pugili reduci dagli ultimi Campionati italiani Assoluti, hanno combattuto in un match di grande valore sportivo in cui Donvito ha avuto la meglio sul mai domo Scerbo, aggiornando con questa vittoria il record a 18 vittorie, 3 pari e 8 sconfitte.

Categoria fortunata quella degli élite 71 kg, ricca di atleti interessanti, come il fasanese della Quero-Chiloiro, Giacomo Gioioso, e il catanzarese Marco Cristofaro della Gallo Fight Center Gym, due pugili picchiatori tra i quali ha avuto la meglio Gioioso che come al solito si è fatto riconoscere dall’impetuosa frequenza di pugni che mette sul ring.

Tra gli youth 71 kg, per la Quero-Chiloiro, Gaetano Barbati ha nettamente vinto contro Domenico Colella dell’Accademia pugilistica portoghese di Bari, in un match che il tarantino ha saputo gestire con semplicità. Una bella prestazione è stata poi premiata con la meritata vittoria dello junior 63 kg Antonio Palmitesta, a danno del materano Angelo Capolupo della Pegasus Gym. Per concludere, un pari negli junior 54 kg di Christian Tursi contro Robert Ignat della Boxe Terra d’Otranto Matino, in cui Tursi è partito bene ma, evidentemente, non ha convinto gli arbitri nel dargli la vittoria per un leggero calo nella terza ripresa, mentre nel derby tra Quero-Chiloiro e Pugilistica Taranto, Domenico Vacca e Andrea Stasi, junior 60 kg, hanno fatto il loro primo incontro di pugilato, seguiti all’angolo, come tutti gli atleti rossoblù, dai tecnici Cosimo Quero, Francesco D’Arcangelo e Domenico Maffei.

 

Di Alfredo