di Gabriele Fradeani

Abbiamo voluto contattare uno dei protagonisti della serata di sabato prossimo al Palabaldinelli di Osimo imperniato sul confronto fra Arblin Kaba, titolare, e Charlemagne Metonyekpon, sfidante, valido per il titolo nazionale dei superleggeri. Ci siamo rivolti al campione che abbiamo sentito al telefono unitamente al suo tecnico Paolo Pesci. “ Anche noi- ci hanno precisato- non veniamo ad Osimo per perdere; ciò detto non pensiamo minimamente di sottovalutare Metonyekpon che è uno sfidante di rango. Il match sarà difficile per entrambi e le probabilità di riuscita le diamo al 50%. Possiamo dire che sarà un match correttissimo e molto combattuto. Arblin e Metonyekpon fra l’altro si conoscono, hanno fatto anche i guanti assieme ed hanno avuto modo di rispettarsi ed apprezzarsi reciprocamente. La preparazione ed il peso sono ottimali, abbiamo avuto come sparring un campione quale Loriga; di meglio non potevamo chiedere. Dalla parte del vostro atleta c’è forse una maggiore precisione e velocità ma da parte nostra c’è sicuramente più esperienza e maggiore potenza. Il fatto poi che il match si svolga nelle Marche ha sicuramente un punto di vantaggio a favore dello sfidante perché il tifo sarà tutto o quasi per lui e questo si sente sicuramente. Peraltro non ci preoccupa più di tanto perché siamo abituati a giocarci il titolo fuori casa. Ne fa fede anche l’ultima difesa per il titolo a Ferrara contro l’idolo locale Zavatti”

  • Questo è quanto e pertanto da entrambe le parti c’è consapevolezza del valore dell’avversario e della difficoltà dell’impresa. Solo il ring potrà darci il suo inappellabile responso. Le dichiarazione di entrambi i contendenti sono state ispirate al rispetto per l’avversario ed al “fair play” ma ciò non  deve trarre in inganno perché sul ring di Osimo farà molto caldo sin  dalle prime battute. Entrambi vogliono il titolo: Metonyekpon per una base di partenza, un titolo universalmente riconosciuto, Kaba per tentare di superare il livello nazionale ed affacciarsi su impegni di livello continentale. A margine evidenziamo che la giuria è quanto di più equilibrato potesse essere: arbitro sarà il sig. Paolo Ruggeri di Terni, i giudici equamente divisi uno per parte: Sauro di Clementi marchigiano, Massimo Mordini di Ravenna e Carlo Franchi dalla Toscana; super advisor, per ulteriore garanzia di imparzialità,  Massimo Barrovecchio.

Il peso si terrà venerdì 25 presso l’Hotel Cristoforo Colombo alle ore 16.

 

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi