1 Il francese Vitu si concede ai fotografidi Primiano Michele Schiavone

Levallois-Perret, Francia, 12 marzo 2016 – L’organizzazione francese MK Events ha riportato il pugilato transalpino, almeno nella qualità del programma, ai tempi in cui le riunioni di prestigio si avvicendavano con puntuale assiduità, proponendo un programma impegnativo per i pugili locali.

Su 11 confronti si sono svolti due campionati EBU, altrettanti titoli internazionali e 7 combattimenti di contorno che hanno onorato il luogo che li ha ospitati, il Palais des sports Marcel Cerdan.

 

Il campione EBU dei pesi superwelter Cedric Vitu, francese di 30 anni, ha mantenuto la sua cintura, messa in palio volontariamente contro lo spagnolo Ruben Varon, 36 anni compiuti, con una prestazione apparsa troppo facile rispetto al palmares dell’avversario. Il guardia destra francese è apparso molto determinato, scagliando combinazioni a due mani fin dal primo round, con l’intento di imporre la sua supremazia. Il campione ha continuato a dirigere la danza costringendo l’iberico ad un ruolo di sudditanza. Il predominio di Vitu (44-2-0, 18) è continuato fino al quarto round quando Varon (43-9-0, 20) ha dovuto toccare il tappeto prima di essere fermato dall’arbitro.

 

La terza trasferta francese del russo Igor Mikhalkin (18-1-0, 9), chiamato a difendere il suo titolo EBU mediomassimi contro il transalpino Patrick Bois (14-5-1, 3), si è conclusa con un’agevole esibizione durata 12 riprese ed un ampio successo ai punti. Un aspetto curioso della carriera di Mikhalkin, 31 anni da compiere in maggio, è che su quattro sfide continentali 3 di esse hanno riguardato fino ad ora avversari francesi. L’ex campione nazionale Bois, 35 anni compiuti, ha trovato troppo tardi la tattica giusta per contrastare l’avversario, al quale ha dovuto riconoscere la superiorità.

 

Il francese Yvan Mendy, 31 anni il prossimo maggio, ha difeso per la prima volta la cintura WBC International dei pesi leggeri, concedendo la chance al connazionale Samir Kasmi, 33 anni compiuti. Mendy (34-4-1, 16) si è imposto a Kasmi (19-12-1, 5) per arresto del combattimento nel nono round.

 

Per il vacante campionato WBC Francophone dei pesi superleggeri il francese Franck Petitjean, 28 anni, si è imposto al coetaneo belga Hakim Ben Ali (13-4-0, 1) con decisione unanime in 12 riprese. Il mancino Petitjean (16-4-3, 2) è campione nazionale dal maggio 2014.

 

Il peso medio classificato a livello mondiale Hassan N’Dam N’Jikam, 31enne del Camerun, ex campione mondiale interim WBA e WBO delle 160 libbre, è tornato all’attività contro Patrick Mendy (16-10-1, 1), 25enne nato in Gambia e residente in Gran Bretagna, aggiudicandosi il verdetto unanime ai punti al termine di 8 riprese. N’Dam N’Jikam (32-2-0, 18) non combatteva dal giugno dell’anno scorso quando ha dovuto cedere dopo 12 riprese al canadese David Lemieux per il vacante titolo mondiale IBF dei pesi medi.

 

Altri risultati:

Mediomassimi, Hakim Zoulikha V PT 8 Hugo Kasperski

Welter, Ahmed El Mousaoui V PT 8 Fouad El Massoudi

Welter, Yazid Amghar V PT 8 Jean Moraiti

Superleggeri, Renald Garrido V PT 8 Daouda Sow

Medi, Bilel Jkitou V TKO 2 Joel Duchemin

Supermedi, Louis Toutin V TKO 1 Francisco Duran

 

Fonte www.sportenote.com

Foto di Marco Chiesa

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi