Poster del 21 marzo come oggetto avanzato-1Il 21 marzo torna la grande boxe al teatro Principe di Milano: Luca Giacon sfida Steve Jamoye per il vacante titolo Silver dei pesi superleggeri WBC

“Il titolo Silver ha tutte le caratteristiche di un titolo mondiale perché si combatte sulle dodici riprese, i giudici devono essere neutrali e viene reso pubblico il punteggio al termine del quarto e dell’ottavo round. Lo abbiamo creato pensando che un pugile con le capacità per aspirare al mondiale deve essere preparato nel momento in cui affronta il combattimento più importante della sua carriera. Il titolo Silver è un’esperienza formativa per un pugile di alto livello nonché una grande piattaforma mediatica. Infatti, fuoriclasse come  Amir Kahn, Julio Cesar Chavez Jr. e Adonis Stevenson lo hanno vinto di fronte a un grande pubblico e poi sono diventati campioni del mondo. E’ come nel calcio: solo le squadre più forti della Serie A hanno diritto di partecipare alla Champions League.” Sono parole del presidente del World Boxing Council Mauricio Sulaiman, pronunciate durante la sua recente visita alla Opi Gym di Milano, e ben si adattano al match clou della prossima manifestazione che avrà luogo al teatro Principe, sabato 21 marzo, tra Luca Giacon e l’imbattuto belga Steve Jamoye per il vacante titolo Silver dei pesi superleggeri WBC.

Luca Giacon è un picchiatore con 23 vittorie su 26 prima del limite. Nel suo record, anche una sconfitta e un no-contest. Lo scorso 29 novembre, in Spagna, ha costretto al ritiro dopo sei riprese il finlandese Ville Piispanen (che aveva resistito 12 round contro Michele Di Rocco). Nella prima parte della sua carriera, Luca Giacon ha combattuto in Spagna ed a Panama, poi ha firmato un contratto con la OPI 2000 di Salvatore Cherchi ed ha svolto quasi tutta l’attività in Italia arrivando a combattere per il titolo europeo dei leggeri (ha perso contro Emiliano Marsili) e conquistando il titolo continentale dei superleggeri WBA. Giacon ha solo 26 anni e quindi il tempo è dalla sua parte. Se diventa campione Silver, potrà proseguire senza fretta la strada verso il mondiale. 

Il record del 23enne Steve Jamoye è composto da 16 vittorie (solo 2 prima del limite) e 1 pari. Nel 2012 è diventato campione del Belgio dei pesi superleggeri superando ai punti Tarik Madni a Liegi. Ha combattuto sempre in Belgio, ma ha sostenuto 17 match in poco più di quattro anni (è professionista dall’ottobre 2010) e quindi non è un avversario da sottovalutare.

 

La manifestazione inizierà alle 19.30. Nel sottoclou, il vacante campionato europeo dei pesi leggeri tra Anita Torti (9-3-1) e l’imbattuta francese Maiva Hamadouche (6-0). Saliranno sul ring anche il massimo leggero Matteo Rondena, il medio Catalin Paraschiveanu e l’ex campionessa mondiale di kickboxing (stile K-1), savate e thai boxe Silvia La Notte al debutto nel pugilato professionistico.

I biglietti costano 40  euro (sedia VIP) e 25  euro (balconata) e sono in vendita presso la OPI Gym (Corso di Porta Romana 116/A, telefono 02-89452029, sito web www.opigym.com) ed i negozi della Leone 1947  in Via Crema 11 (telefono 02-90725198, sito web www.leone1947.com) e in Corso Buenos Aires 53. 

Di Alfredo