Istanbul, 11 Marzo 2011 – Il Dolce & Gabbana Milano Thunder rimedia la seconda sconfitta in trasferta consecutiva e vede allontanarsi sempre di più le semifinali. Decisiva la sconfitta inaspettata di Domenico Valentino, che continua ad essere davvero sfortunato in queste WSB e, dopo le ferite subite contro Mosca che lo avevano tenuto lontano dal ring per più di un mese, vede anche stavolta interrotto il suo incontro prima del gong e perde ai punti.

Ora ai Thunders non basta più vincere l’ultima contro Parigi, bisogna sperare anche che Astana, impegnata in questo week end contro Baku, già qualificata, perda punti, per conquistare il piazzamento come migliore seconda.

Nel primo confronto Vitaliy Volkov sale sul ring contro il giovanissimo Ciprian Apodaresei, il quale al suo esordio nelle WSB era stato protagonista di un bella vittoria in casa contro Kilanava del Paris United. L’ucraino dei Milano Thunder conduce un match aggressivo dall’inizio alla fine, dominando il suo avversario, contato due volte nell’ultima ripresa.
Punteggio finale: Ciprian Apodaresei – Vitaliy Volkov  0 – 3
43-49; 44-49; 43-49

Il match tra i pesi leggeri vede sul ring Domenico Valentino contro l’irlandese Joyce, uno dei nuovi acquisti del team turco, al suo secondo match nelle WSB, dopo la vittoria contro i Kremlin Bears nel settimo week end di gara. Il match si mette subito in salito per il campione di Marcianise, che subisce nella prima ripresa la boxe aggressiva dell’avversario, prima di iniziare a prendere al giusta distanza. Al termine del secondo round l’incontro è in perfetta parità, ma all’inizio del terzo Valentino subisce una testata che gli provoca una ferita alla testa. Il match viene interrotto e l’irlandese vince ai punti per split decision.
Punteggio finale: Oliver Joyce – Domenico Valentino 2 – 1
27-30; 30-27; 29-28

Sergiy Derevyanchenko, fermo nello scorso week end di gara a causa dei postumi di un’influenza, conferma di essere la punta di diamante della squadra e porta a casa la seconda vittoria stagionale per technical ko. Come spesso gli accade, inizia in sordina, perdendo la prima ripresa, ma poi inizia a piazzare i suoi colpi pesanti e rimette l’incontro sui binari dell’equilibrio. Nel secondo round Sipal colpisce un duro colpo e non se la sente di continuare, decidendo di non tornare al centro del ring all’inizio della terza ripresa. È ko tecnico e il Dolce & Gabbana Milano Thunder si porta avanti per 2 a 1. Con questa vittoria Derevyanchenko ipoteca la finale di categoria.
Punteggio finale: Onur Sipal – Sergiy Derevyanchenko technical ko

Thomas McCarthy sale sul ring per la seconda volta, dopo la dura sconfitta contro il fortissimo Groguhé del Paris United. Anche in questa occasione deve affrontare un avversario di grande livello, il tedesco Enrico Kolling, sconfitto nel suo cammino nelle World Series solo dallo stesso Groguhé. Mc Carthy combatte con coraggio, pur dovendo sempre inseguire il suo avversario nel punteggio. Alla fine del quarto round per due giudici il match è in parità, ma nell’ultima ripresa Kolling riesce a mettere a segno un paio di colpi e a portare a casa il match.
Punteggio finale: Enrico Kolling – Thomas Mc Carthy 3 – 0
48 – 47; 48 – 47; 50 – 45

Benjey Zimmerman sale sul ring, come gli era già accaduto a Mosca al suo esordio, con la responsabilità di dover portare a casa il punto decisivo, sul 2 a 2, contro l’ucraino Sivko. L’incontro è la rivincita di quello combattuto a Milano nell’ottavo weekend di gara, ne quale Sivko aveva vinto piuttosto nettamente. Anche in questo caso la superiorità del pugile degli Istanbulls appare netta ed il gigante delle Antille perde nettamente ai punti.
Punteggio finale: Oleksey  Sivko – Benjey Zimmerman 3 – 0
50-45; 49-46; 50-44

Sabrina Ippoliti
Dolce & Gabbana Milano Thunder

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi