Le donne possono tenere bene un cartellone senza annoiare. Lo dimostrano in pieno Silvia Bortot contro la francese Flora Pili in un incontro valevole per il titolo europeo dei superleggeri, che era vacante. Dieci riprese tirate allo spasimo con capovolgimenti che hanno tenuto con il fiato sospeso, indubbiamente un bello spot per la boxe femminile. Ha vinto e si può dire con merito, come ha riconosciuto l’allieva di Sarti la pugile ospite. La francese sia pure per split decision ha vinto con merito per 98-97, 97-93, e 93-97. Alla veneta va il merito di aver tenuto sempre in bilico il verdetto fino all’ultimo round da lei vinto, ma la francese, più varia nei temi d’attacco, è stata una rivelazione.  

La serata era organizzata dalla Promo Boxe Italia e dalla Padova Ring. Nella stessa serata era in palio anche il titolo italiano dei leggeri dove la campionessa Martina Righi conservava la cintura superando con verdetto unanime un’indomabile Nadia Flahli.

Di Alfredo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: