Londra, Inghilterra, 9 maggio 2015 – L’italiano di origine cubana Brunet Zamora, ferito e sanguinante, si è dovuto arrendere al termine della sesta ripresa nel confronto combattuto con l’inglese Bradley Skeete, campione WBO European del pesi welter.

Il veterano Zamora, 26-4-2 (11), ha pagato per i chili di troppo portati di fronte ad un avversario che milita nella sua naturale categoria di peso.

Il più alto Skeete, 20-1-0 (9), ha difeso per la prima volta la sua cintura continentale. Zamora ha reso al meglio tra i superleggeri ed i leggeri; ora più appesantito e con alcuni anni in più sarebbe opportuno non rovinare un apprezzabile palmares.

L’altro campionato WBO European in programma, valevole per la categoria dei pesi medi tra due inglesi, si è concluso con il verdetto di parità determinato con decisione divisa. La cintura è rimasta al detentore Frank Buglioni, 16-1-1 (12), che ha avuto un cartellino a favore con il totale di 96-94; uguale sommatoria è stata riconosciuta allo sfidante Lee Markham, 14-2-1 (7) da un altro giudice, contro il 95-95 espresso dal terzo ufficiale di gara.

La vacante cintura WBO Inter-Continental dei pesi superpiuma è stata consegnata all’invitto inglese Mitchell Smith, 12-0-0 (6), che si è imposto al cileno Cristian Palma, 20-10-1 (6). Il sudamericano era reduce dalla sconfitta ai punti rimediata in Italia contro il campano Carmine Tommasone per il vacante titolo WBA Inter-Continental dei pesi piuma.

 

 Primiano Michele Schiavone

Fonte www.sportenote.com

 

Di Alfredo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: