Mercoledì 13 luglio tornano le emozioni del pugilato a Mantova, grazie alla collaudata sinergia organizzativa tra la Boxe Mantova del maestro Bruno Falavigna e il procuratore sportivo mantovano Francesco Ventura, che negli ultimi anni ha portato in città numerose manifestazioni di alto livello con anche diversi titoli professionistici in palio.

In collaborazione con Comune di Mantova e Arci Mantova, il 13 luglio la ’noble art’ andrà in scena nel contesto dell’Arcifesta, in viale Te di fianco al famoso gonzaghesco Palazzo Te.

Nove gli incontri in programma: sette dilettantistici con impegnate le giovani promesse locali della Boxe Mantova e della Mantova Ring, e due professionistici sulla distanza delle sei riprese, con esito ‘da tripla’ e che promettono equilibrio e spettacolo.

Per la semifinale del Trofeo delle Cinture categoria superwelter si affronteranno il 26enne bolognese Marco Balducci (6+ 2-, Polisportiva Circolo Dozza, procuratore Ventura maestro Sergio Di Tullio) ed il 25enne romano Patrizio Moroni (4+ 6-, Team Boxe Roma XI, maestro Luigi Ascani). I due si sono già affrontati nel 2019 a Bologna, quando diedero vita ad un confronto combattuto e dai ritmi serrati che vide prevalere Balducci ai punti. In palio ci sarà l’ingresso in finale del Trofeo delle Cinture con la possibilità di passare tra i I serie e fare un salto in avanti nella carriera.

Per i pesi massimileggeri la sfida sarà tra due ‘colossi’ del ring: il 32enne rumeno residente a Piacenza Ovidiu Enache (6+ 10-, Boxe Piacenza, procuratore Ventura maestro Nicola Campanini) ed il 24enne bolognese originario della Guinea Morike Oulare (4+, Boxe Le Torri, maestro Paolo Pesci). Enache, dopo sette sconfitte nei primi sette match da professionista, è riuscito a raddrizzare una carriera che sembrava compromessa, ottenendo poi sei vittorie nei successivi nove incontri, mai contro avversari di comodo. L’ultima sconfitta, subita il 13 maggio a Milano ai punti da Oronzo Birardi, grida ancora vendetta per un verdetto incomprensibile fischiato dalle migliaia di spettatori presenti all’Allianz Cloud. L’imbattuto Oulare, di otto anni più giovane e dalla grande prestanza fisica, costituirà per Enache un test fondamentale per pensare ad un finale di carriera ancora in crescendo, e con traguardi e avversari che parevano utopistici fino a poco tempo fa.

“I due pugili del mio team Balducci ed Enache – commenta Francesco Ventura – non avranno vita facile. Ma il mio primo obiettivo, come sempre, è quello di offrire alla città di Mantova e a coloro che sostengono la nostra attività organizzativa uno spettacolo sportivo avvincente, che tenga alto il nome della nostra disciplina. Poi insieme ai maestri abbiamo concordato di metterli alla prova con avversari impegnativi, per verificare il loro processo di crescita e fare un passo in avanti senza perdere tempo. Ma questo passo in avanti se lo dovranno ovviamente conquistare sul ring il 13 luglio”.

L’intera manifestazione (ad ingresso gratuito) sarà trasmessa in streaming sulla pagina Facebook @teamcavallariventura.

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi