TARQUINIA, 15. 06. 2013 – Una sfida interregionale tra Lazio, Umbria e Toscana, alla presenza del presidente del Comitato Laziale,Roberto Aschi, e del consigliere Renzo Frisardi,  diventa il fiore all’occhiello per una vivace riunione dilettantistica organizzata dalla Cosmo all’interno della sua palestra. Dopo l’iniziale festeggiamento a Luca Podda per il suo brillante esordio al professionismo e a Stefano Gasparri, altro gioiello di Tarquinia, Nazionale in forza alle Fiamme Oro, si passa alla serata agonistica con il match tra Segatori e Di Piero. Quest’ultimo ben coperto lascia l’iniziativa per due round al pugile viterbese per scatenarsi nel terzo con belle combinazioni a due mani, che gli danno modo di bruciare sul traguardo il suo avversario. Il piccolo Christian Gasparri è una furia e Piani ha il suo bel da fare per tamponare l’inesauribile aggressività del pugile di casa. Sono tre round all’arma bianca che vedono Piani, che ha subito anche un conteggio, resistere in piedi di fronte allo scatenato avversario. Kevin Albini mette in funzione un buon sinistro che stoppa sul nascere le intenzioni di Legnante. Quest’ultimo ha un ritorno di fiamma nell’ultimo round, grazie al quale e al conteggio fatto subire ad Albini ottiene un prezioso verdetto dopo un match interessante. Per Giovanni Podda, “responsabilizzato” dal tifo acceso del suo pubblico, inquadrare Jason Albini non è impresa da poco. Si lascia poco spazio alla tecnica con scambi furiosi e prolungati che sembrano favorire la maggiore consistenza di Albini, controbilanciata dalla precisione di Podda. Oliovecchio e Bertini lasciano poco spazio con una guardia abbottonata ad eventuali sorprese. Il primo mette in luce una maggiore potenza, mentre la varietà di colpi sta dalla parte dell’umbro. Il terzo round sigla un buono spettacolo con uno scambio prolungato e verdetto a favore di Oliovecchio. E’ la volta di due giovani promesse come Berardi e Caredda. Match interessante ed equilibrato. Caredda dalla media distanza è più preciso nel trovare varchi liberi, mentre il suo avversario ha il merito di aver tenuto l’iniziativa per i tre round, una formula necessaria per ottenere il verdetto. Migni parte bene contro Yevtukh, che a sua volta toglie l’iniziativa all’avversario nel secondo round anche se viene incrociato dai colpi dritti. Nell’ultimo round Migni ribadisce la sua superiorità attaccando più di sostanza che di precisione. In chiusura dell’ interessante serata parte a razzo Trinari che sorprende Tudosache Traian, che appare in difficoltà. Ma il romeno al suo primo incontro dimostra di avere carattere e con il suo maggiore allungo incrocia con una certa continuità Trinari. Il match con i suoi capovolgimenti di fronte trova pieno gradimento da parte del pubblico. I due sembrano sul punto di crollare, ma trovano sempre residue risorse per replicare. Il pari è il risultato perfetto tra gli applausi del pubblico.

RISULTATI

J- Kg. 56 Giovanni Podda (Cosmo) e Jason Albini (Nunca Mas Social Club-U) pari.

SB- Kg. 50 Christian Gasparri (Cosmo) b. Gesuel Piani (Boxe Foligno).

E- Kg. 69 Dragos Tudosache Traian (Fanum VT) e Alex Trinari (Nunca Mas Social Club-U) pari.

E- Kg. 60 Simone Di Piero (Sporting Filippella Boxe) b. Riccardo Segatori (Fanum VT).

Y- Kg. 64 Michele Legnante (Fanum VT) b. Kevin Albini (Nunca Mas Social Club).

E- Kg. 69 Andrea Migni (Pol.Paris88 Libertas) b. Oleksandr Yevtukh ( Fight GymGrosseto).

E- Kg. 64 Jacopo Oliovecchio ( Nunca Mas Social Club- U) b. Lazzaro Bertini ( Fight Gym Grosseto).

Y- Kg. 64 Luca Berardi ( Boxe Foligno) b. Francesco Caredda (Gymnasium Sabatia).

Commissario di Riunione: Mario Vincenti.

Arbitri/Giudici: Pasquale Galdieri, Marco Pacor, Giorgio Volpin.

Medico: dott. Italo Polce.

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi