Milano, 8 Giugno 2012 – Le World Series of Boxing giungono all’ultimo atto stagionale con le finali individuali, nelle quali si incontrano i migliori pugili di ogni categoria di peso per la conquista del titolo di campione. L’ultimo appuntamento di quest’anno per le WSB si celebrerà, sabato 9 giugno, di nuovo nella prestigiosa sede dell’ExCel Center di Londra, che sarà teatro anche del torneo olimpico, alle 20.00 locali (ore 21.00 in Italia), sulla distanza dei 7 round.

Dopo la splendida vittoria dei Dolce & Gabbana Milano Thunder nella finale per team, disputata anch’essa nella capitale del Regno Unito il 2 maggio, contro la Dynamo Moscow, sconfitta con il punteggio di 4 a 1, il team milanese è ancora protagonista con il suo asso indiscusso Sergiy Derevyanchenko.
L’ucraino, imbattuto nelle prime due stagioni di WSB, nelle quali ha ottenuto 12 vittorie (tra i quali 4 ko tecnici), difende il titolo già conquistato lo scorso anno ed è pronto a confermarsi come la vera stella di questa manifestazione, nella quale ha impressionato per la sua tecnica cristallina e la capacità di non perdere mai sangue freddo e concentrazione, anche negli incontri più impegnativi.
Il peso medio dei Milano Thunder affronterà il secondo nella classifica di categoria, Heybulla Mursalov, dei Baku Fires, il quale ha raggiunto un record in questa stagione di 6-1, venendo sconfitto solo da Michel Tavares del Paris United e collezionando anche due ko tra le sue vittorie.

Derevyanchenko sarà l’unico ad avere la possibilità di bissare il successo nella prima edizione, visto che il suo compagno di squadra Clemente Russo, primo nella categoria dei pesi massimi e quindi qualificato per la finale individuale, ha dovuto rinunciare a prendervi parte, a causa di alcuni problemi fisici. Al suo posto salirà sul ring londinese il croato Filip Hrgovic, il quale affronterà, nell’ultimo match della serata, Ruslan Myrsatayev, kazako degli Astana Arlans.

Il programma della serata viene completato da altre tre sfide prestigiose:
– Nei 54 kg il giovanissimo Elias Emigdio, ventenne dei Mexico City Guerreros, affronterà la stella dei Baku Fires Gairbek Germakhanov, sconfitto quest’anno soltanto dal nostro Vincenzo Picardi, nei quarti di finale.
– La corona dei pesi leggeri sarà contesa tra Adlan Abdurashidov, sconfitto nella finale per team dalla rivelazione dei Dolce & Gabbana Milano Thunder, Branimir Stankovic, dopo aver conquistato cinque incontri consecutivi, ed il messicano Juan Romero, dei Guerreros.
– Negli 85 kg si troveranno, uno di fronte all’altro, due pugili dei Baku Fires, veri dominatori in questa categoria, Azamat Murtuzaliyev e Ramazan Magomedau.

Sergiy Derevyanchenko racconta le sue emozioni alla vigilia di questa importante sfida: “Combattere per la squadra, vivere l’esperienza di far parte di un team è straordinario ed è la novità che ho maggiormente apprezzato di queste WSB, ma ora sarò di nuovo solo contro il mio avversario, sapendo che i miei errori non potranno essere compensati dalle prestazioni dei miei compagni. Ogni sbaglio può significare la sconfitta. Ci tengo molto a questo titolo individuale perché, se vincessi, sarei l’unico a conquistarlo per la seconda volta, visto che Clemente purtroppo non ci sarà. Avrei dovuto affrontare Mursalov nella semifinale di ritorno a Baku, ma alla fine il match non si è disputato. Avevo studiato bene i suoi incontri, ma immagino che lui abbia fatto altrettanto. È un avversario ostico, valido tecnicamente e avrà voglia di sconfiggermi, visto che sono il campione uscente, ma questo di certo non mi spaventa. Ho fiducia nelle mie potenzialità e nel lavoro che ho fatto con il team e con il mio coach Sergiy Korchynskyy”
 
Per maggiori informazioni:
Sabrina Ippoliti
Communication & Press Office
pressoffice@wsbmilano.com

Di Alfredo