Sabato 8 giugno, all’arena di Monza, l’ex campione d’Italia dei pesi leggeri (60 kg) Under 22 Francesco Paparo (22 anni, 8 vittorie e 1 pari da professionista) sfiderà Giuseppe Osnato (25 anni, 9 vittorie e 1 sconfitta) sulla distanza delle 8 riprese nella manifestazione The Art of Fighting 6.
“Ho visto combattere Giuseppe Osnato – commenta Francesco Paparo – sia dal vivo che su You Tube e posso dire che è un buon pugile. Non vedo l’ora di affrontarlo, anche se non lo conosco personalmente (l’ho incontrato qualche volta e non siamo andati oltre un saluto) perché nell’ambiente del pugilato si è spesso parlato di un mio match contro di lui. Abbiamo un peso simile e questo rende possibile i discorsi riguardo ad un combattimento. Da professionista, ho iniziato come peso leggero ed ora combatto come peso superpiuma, il cui limite è di 58,967 kg. Per il match contro Giuseppe Osnato, il peso stabilito è di 62 kg che rientra nel limite dei pesi superleggeri (tra 61,237 kg e 63,503 kg). Questo piccolo aumento di peso non mi preoccupa. E non mi preoccupa nemmeno il fatto che Osnato sia mancino. Ho già combattuto contro due pugili mancini: Simone Carlin ed Andrea Sito. Contro Carlin ho debuttato come professionista pareggiando, ma poi l’ho battuto nella rivincita. Contro Andrea Sito ho vinto agevolmente. Combattere contro un mancino è sempre problematico per un destrorso, ma avendo l’esperienza dei match contro Simone Carlin ed Andrea Sito so cosa devo fare sul ring. Ogni combattimento professionistico serve per migliorare. Oggi mi sento molto più sicuro di me stesso rispetto a quando ho debuttato tra i professionisti. E’ anche vero che ogni combattimento ha la sua storia. Il mio ultimo avversario Jacopo Lusci (8 vittorie, 7 sconfitte e 1 pari) aveva il record migliore di tutti i miei precedenti avversari ma ho trovato subito la distanza giusta ed è stato un combattimento più facile di altri. Lo stesso potrebbe valere per il match contro Giuseppe Osnato, che ha record ancora migliore di quello di Jacopo Lusci. All’arena di Monza avrò il sostegno dei miei tifosi di Rho e di altri comuni della città metropolitana di Milano che mi seguono anche quando combatto al PalaLido-Allianz Cloud di Milano ed a Monza. Pur essendo concentrato sul combattimento, sento molto il tifo dei miei sostenitori e mi aiuta nei momenti difficili o quando sono stanco. In definitiva, venite tutti all’arena di Monza vi garantisco che darò il 100% sul ring”.
Dal febbraio 2016 al dicembre 2021, Francesco Paparo ha avuto un’ottima carriera da dilettante culminata con la vittoria del campionato italiano Under 22 nel luglio 2021 a Cascia in Umbria. In quell’occasione, Francesco ha disputato quattro match in altrettanti giorni (dal 7 all’11 luglio) superando Raffele Lasco, Hajriz Buletini, Daniele Oggiano e Youssef Al Mouchid.
L’allenatore nonché zio di Francesco Paparo, Francis Rizzo è soddisfatto di come procede l’allenamento: “Francesco si è allenato nella mia palestra con due pugili mancini: Simone Carlin ed il cubano Daniel Quiroz. Inoltre, ha fatto sparring anche con un pugile molto promettente: Christian Chessa. Posso dire di essere soddisfatto dei risultati ottenuti. Francesco è in perfetta forma ed è sicuro dei propri mezzi. Contiamo di portare a casa la vittoria”.
Francis Rizzo ha fondato il Francis Boxing Team nel 2012, in Via Stoppani 4-A a Rho, alle porte di Milano dove allena persone comuni che vogliono mantenersi in forma praticando il pugilato, pugili dilettanti e professionisti. Come organizzatore, ha creato Ring Roosters, una serie di eventi che hanno lo scopo di far combattere giovani pugili in modo che possano costruirsi il record necessario per diventare sfidanti al titolo italiano.

Di Alfredo