10401340_344036342415405_7191407715118199894_nArticolo di Stefano Buttafuoco

 Prima uno slittamento della data dovuto ad esigenze televisive, poi le polemiche relative ad alcuni titoli di giornali decisamente troppo frettolosi e superficiali nello sbattere Ricci in prima pagina per fatti rivelatisi meno gravi di quanto inizialmente scritto, ma ora sembra essere veramente tutto a posto.

Nel pomeriggio – presso il ristorante “Porto” e con inizio dalle ore 17.00 – si terranno le visite mediche dei pugili impegnati nell’attesa riunione organizzata dalla BBT Productions.

Domani – per usare le parole dell’ormai noto ring announcer Valerio Lamanna – “l’entrata dei guerrieri nell’arena”.

La cornice (lo Stadio delle Terme di Caracalla, a due passi dal Circo Massimo) sarà d’eccezione, come il programma.

Mirco Ricci (11-2-0), campione italiano dei pesi Mediomassimi, difenderà per la prima volta il suo titolo contro Lorenzo Di Giacomo (41-9-1).

Un match difficile per il giovane pugile romano se è vero che lo sfidante è già stato campione italiano, campione internazionale IBF, campione dell’Unione Europea e per ben tre volte sfidante al titolo europeo.

E’ vero che il trentacinquenne abruzzese sembra aver dato il meglio di se come peso medio, ma è indubbio che l’esperienza a questi livelli conta eccome, forse ancor più del vantaggio di combattere in casa.

In questo senso – a mio avviso – Ricci dovrà dare il meglio di se per imporsi sul fighter di Atri, cercando di rimanere sempre molto concentrato e limitando quei momenti di black out che potrebbero costargli caro dinanzi ad un avversario smaliziato e con ben poco da perdere.

In sintesi, l’allievo di Alessandro Filippo dovrà dimostrare di essere cresciuto mentalmente e di meritare quella chance europea sulla quale il manager Davide Buccioni sta da tempo lavorando.

Decisamente accattivante la sfida tra Massimiliano Buccheri (15-1-1), già campione italiano dei Supermedi, e Baptiste Castegnaro (5-1-0), pugile francese scorbutico e dal pugno pesante.

Buccheri si preannuncia in grande forma e appare più che mai deciso a vendicare il suo compagno di palestra (Fiermonte Boxe) Valerio Ranaldi recentemente battuto dal transalpino.

Una vittoria potrebbe spalancargli le porte del titolo dell’Unione Europea e – conoscendo la determinazione del ventinovenne romano – siamo sicuri che non farà sconti al suo comunque pericoloso contendente.

Attesa anche per il match tra lo sfidante ufficiale al titolo italiano dei superwelter Felice Moncelli (7-3-1) e Andrea Pesce (2-3-0).

I due si sono già incontrati il 22 febbraio del 2013 ed in quella circostanza ad avere la meglio fu il più giovane pugile pugliese (Moncelli) al termine di un combattimento equilibrato.

Sarà poi la volta dell’esplosivo peso piuma Mario Alfano (1-0-0) che sfiderà l’esperto Nedim Kara (6-9-1).

Un impegno tosto per l’allievo del maestro Carlo Maggi da cui ci si aspetta una grande prestazione dopo l’ottimo esordio avvenuto solo pochi mesi fa.

Nella stessa categoria di peso Alessandro Lozzi (1-2-0) salirà sul ring contro il rumeno residente ad Ostia Gheorghe Trandafir (2-0-0). Anche questo sarà una sfida ad alta tensione tra due pugili integri e più che mai decisi a scalare le vette delle classifiche nazionali.

Interesse e curiosità infine per il peso massimo napoletano Sergio Romano che se la vedrà con il francese Jean Francois Traore.

 

Ad oggi sono stati venduti 2.000 tagliandi e si va sempre più verso il tutto esaurito.

 

Gli ultimi biglietti possono essere acquistati presso tutti i punti vendita Greenticket e direttamente davanti lo stadio il giorno della manifestazione.

Prezzi popolari (10 euro per la tribuna e 25 per il bordoring).

 

Di Alfredo