Diciotto incontri sul ring olimpionico sotto la Torre Civica di Piazza del Popolo, colma di pubblico che con grande trasporto ha assistito alla due giorni del dual match Italia Schoolboy, contro la Polonia, tappa di avvicinamento degli azzurrini under 14 ai campionati Europei di Erzurum in Turchia dal 10 al 21 agosto.

Serate della Federazione Pugilistica Italiana, organizzata dalla Boxe Latina, inserita nella rassegna sportiva “A braccia aperte”, alla sua prima edizione nel capoluogo: “Due bellissime serate, Piazza del Popolo era piena. La risposta è stata ottima in questo secondo evento che organizziamo con la Nazione italiana – dichiara il presidente della Boxe Latina Mirco Turrin -. Faccio il plauso a tutti i nostri ragazzi, non è mai facile affrontare una Nazionale straniera. Ringrazio la Federazione Pugilistica Italiana per la fiducia che ci sta dando nell’organizzazione di questi eventi. Spero che siano contenti di quello che facciamo per il pugilato”.

Sul ring il confronto tra due scuole diverse, in cui l’Italia Boxing non ha affatto pagato il minor numero complessivo di match complessivi rispetto agli avversari. Il bilancio in totale è di 14 vittorie azzurre e 4 polacche. Piena soddisfazione per lo staff: “Senza nessuna presunzione siamo venuti a combattere, dicendo ai ragazzi che eravamo interessati alla loro prestazione, non al verdetto del ring. Siamo a buon punto, anche se a qualcuno bisogna ancora tirare fuori il carattere. Abbiamo una bella squadretta, che può ottenere un bel risultato. I polacchi hanno molti più match di noi, ma non abbiamo affatto sfigurato”. Queste le dichiarazioni di Giacobbe Fragomeni, altro personaggio di spessore del pugilato italiano, tecnico della Nazionale insieme a Rocco Prezioso. Spunti di riflessione importanti anche dal capo tecnico “Sparviero” Patrizio Oliva: “Avevo bisogno di vedere all’opera i ragazzi contro avversari che non conoscono. Quello è il vero match, perché subentra la tensione nervosa, la paura. Così posso valutare un pugile quanto vale. Ed ho avuto delle belle risposte. Ormai ho capito chi devo portare in Turchia e chi lasciare a casa, a malincuore, ma per qualcuno non è ancora il momento di partecipare agli Europei. Voglio proteggerli, non è giusto rischiare una delusione”.  

In entrambe le serate il miglior pugile è risultato il 50  kg Mattia Turrin della Boxe Latina, capitano della Nazionale e Campione Italiano in carica. I due migliori match sono risultati quelli del palermitano Salvatore Lo Piccolo, 52 kg, e il piemontese Gabriele Bellandi, 54 kg. Degli undici atleti convocati, sei sono laziali. Oltre al capitano Mattia Turrin, ci sono il 42 kg Massimiliano Aramini della Boxe Latina, il 46 kg Antony El Moety della Roma Boxe Torre Angela,  Antonio Marongiu 48 kg Dimension Boxing Team Latina, Filippo Ricci 57, kg della Olympia Boxe Genzano e Lorenzo Pollicelli, 66 kg,  della Pugilistica Roma Est. Domani inizia l’ultimo ritiro dell’Italia Boxing Schoolboy a Formia, presso il Centro di Preparazione Olimpica “Bruno Zauli”. Sarà l’ultima selezione prima della partenza per la Turchia.

Dal ring di nuovo all’angolo, orgoglio pontino per la famiglia Prezioso, che rappresenta la storia del pugilato a Latina. All’inizio della prima serata, il diploma di Maestro Benemerito consegnato a Domenico Prezioso dalla Federazione Pugilsitica Italiana,  rappresentata dal delegato provinciale Mirco Turrin. Una vita spesa per la Boxe Latina, prima come pugile ed ora come maestro. Tante le generazioni di pugili cresciute sotto la sua ala protettiva. “Questo significa che è passato tanto tempo – ha detto sul ring un emozionato Domenico Prezioso –, ma è stato un bellissimo percorso”. 

Altra nota lieta, la presenza nello staff di Patrizio Oliva, del tecnico Rocco Prezioso, che dice: E’ un onore per me stare al fianco di Patrizio Oliva, un pluricampione, e tornare nella mia città in veste di tecnico della Nazionale italiana. Una grande gioia. Ho iniziato piano piano e sono cresciuto. Ho buone sensazioni, il gruppo è bello unito, si è formato ritiro dopo ritiro. Sono comunque adolescenti, c’è chi già è a buon punto e chi ancora un po’ indietro. Importante è essere tutti pronti per la Turchia”.  

 

RISULTATI PRIMA SERATA

Kg 42 Aramini b. Bochenek p. 3

Kg 46 El Moety b. Manka p. 3

Kg 48 Marongiu b. Wawszcyk p. 3

Kg 50 Turrin b. Marcinow p. 3

Kg 52 Lo Piccolo b. Bogdanski p. 3

Kg 54 Dudek b. Bellandi p. 3

Kg 57 Januszewski b. Ricci p. 3

Kg 60 Ilyas b. Salwanski b. 3

Kg 63 Nocadello b. Kuros b. 3

 

RISULTATI PRIMA SERATA

 

Kg 42 Bochenek b. Orlando p. 3

Kg 46 Manka b. El Moety p. 3

Kg 48 Marongiu b. Wawszcyk p. 3

Kg 50 Turrin b. Marcinow p. 3

Kg 52 Lo Piccolo b. Bogdanski p. 3

Kg 54 Dudek b. Bellandi p. 3

Kg 57 Ricci b. Januszewski p. 3

Kg 60 Ilyas b. Salwanski b. 3

Kg 63 Nocadello b. Kreft b. 3

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi