di Gabriele Fradeani

Foto di Max Petrus

Grande l’attesa a Castelfidardo ed Ancona per la difesa del titolo italiano dei superleggeri che Charlemagne Metonyekpon, detto più simpaticamente Charly, dovrà sostenere l’8 luglio a Roma nello stadio Romulea. E’ un titolo, quello dei superleggeri, cui i marchigiani si sono particolarmente affezionati da quando Massimo Consolati, deceduto la scorsa settimana, lo conquistò nel lontano 1966 a Senigallia ai danni di Bruno Arcari. Ci siamo recati nella palestra del Boxing Club Castelfidardo per renderci conto delle condizioni e della preparazione del campione. Diciamo subito che nei due tecnici, Daniele Marra e Andrea Gabbanelli e nello stesso Charly c’è molta fiducia nell’esito di questo confronto anche se non si nascondono o si minimizzano le qualità dell’avversario. Abbiamo chiesto a Charly di parlarci del suo avversario e di come vede questo match. “ Conosco Jacopo Fazzino per averlo incontrato nel dicembre del 2020 ad Ancona. Mi ha sicuramente impegnato, non è stato un avversario facile ma l’ho battuto. Ho visionato anche qualche filmato successivo. E’ sicuramente cresciuto ed il pugile che mi troverò davanti l’8 luglio è sicuramente diverso da quello di Ancona ma credo di essere cresciuto anche io. Sarà un match duro perché entrambi vogliamo questo titolo; non è mia abitudine sottovalutare i miei avversari e non lo farò sicuramente questa volta. Grande attenzione quindi al match ma anche la consapevolezza che  mi sono allenato in maniera adeguata e che la mia forma è sicuramente al meglio. Mi sento veramente bene, anche il peso non desta preoccupazioni, ho fatto footing, sparring e tutto quello che mi hanno suggerito Daniele Marra e Andrea Gabbanelli. Sul ring saremo in due ed uno dovrà vincere. Ho tutta l’intenzione di riportare il titolo a Castelfidardo. Mi rendo conto che Fazzino godrà dell’appoggio del pubblico e che nel suo curriculum i combattimenti svolti a Roma o nei dintorni li ha vinti ma va considerato che ho reso molto meglio negli incontri fatti fuori regione, vedi il combattimento con Loli a Civitavecchia; il pubblico non mi crea preoccupazione e sul ring vedo solo il mio avversario e poi c’è da dire che anche dalle Marche verranno a sostenermi e sono certo si faranno sentire. In sostanza rispetto assoluto per il mio avversario ma ho troppa voglia di vincere, sarà un combattimento spettacolare ma farò di tutto per restare imbattuto”. Ai Tecnici Marra e Gabbanelli abbiamo chiesto conferma della forma raggiunta da Charly e come vedono l’atleta in prospettiva futura. “ E’ un ragazzo fantastico, si allena veramente alla grande, stiamo rifinendo la preparazione ed è sicuramente pronto ed al meglio. Per quanto riguarda il futuro vedremo dopo la difesa del titolo. Siamo abituati a valutare una cosa alla volta e sicuramente vaglieremo con attenzione la sfida con il francese Battien Ballesta. E’ una possibilità che ci lusinga ma ogni cosa a suo tempo per adesso pensiamo a respingere Jacopo Fazzino, poi vedremo”

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi