BellusciSono passati già 10 anni ma a Ostia molti ricordano perfettamente la serata di San Lorenzo in piazza Anco Marzio. Logicamente si trattava di una serata calda, ma ancora più caldo risultò il match tra Fedele Bellusci, fresco campione dell’Intercontinentale IBF superleggeri, e lo sfidante georgiano David Makaradze, imbattuto dopo 14 match. Un gran brutto cliente, anche se Fedele sembrava prendere gusto a smentire tutti. Lo aveva fatto qualche mese prima a Latina superando Frias il terribile picchiatore dominicano anche lui imbattuto. La riunione di Ostia era organizzata da Sergio Cavallari e dalla Boxe Academy di Stefano Vagni dove Fedele si allenava. Makaradze dimostrò subito la sua fama di duro e Bellusci, in splendida forma, non si tirò indietro rispondendo colpo su colpo e forse qualcosa di più, soprattutto negli scambi a corta distanza, come testimoniò il verdetto a suo favore arrivato alla decima ripresa per ferita. Una serata indimenticabile per la “cittadina tirrenica” con la boxe grande protagonista. Dopo di questo per il pugile romano ci furono solo due matches, poi il ritiro. Ma Fedele come è successo a molti è rimasto “folgorato” da questo sport, ha preso il suo diploma da tecnico e ha aperto una palestra. Spesso si trasforma in organizzatore e coccola due “sue creature”, Mauro Forte e Mirko Geografo, pronti all’assalto del titolo italiano. Makaradze ha 38 anni e combatte ancora. E’ sempre pronto a incontrare i più forti tra i welter come testimonia il suo pari con Bonsu e la sua sconfitta onorevole con Soro.

(alb)

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi