Bellissima serata all’insegna della noble art sabato scorso nella centralissima Piazza Ciaia a Fasano, in cui la Quero-Chiloiro, – attivissima come non mai quest’anno, – ha organizzato il decimo evento pugilistico del 2023, scegliendo per il secondo anno consecutivo la turistica città al confine tra la Terra di Bari ed il Salento. Fortemente voluta dall’amministrazione comunale che ha patrocinato la manifestazione sportiva marcando il connubio sport e turismo, la Fasano fight night è stata un successo per pugili e spettatori amanti della boxe.

Ad aprire la serata sono stati i baby pugili tarantini Cristopher Spagnuolo, Simone Intermite, George Caforio, Cataldo Motolese, Samuele Del Gaudio e Andrea Battafarano, che hanno dato vita a gare giovanili di sparring-io nella qualifica Allievi (12-13 anni). Successivamente, ben undici match tra gli atleti della Quero-Chiloiro e società provenienti da Bari, Andria, Matera e Salerno, in cui la società tarantina ha avuto la meglio sulle altre ottenendo ben 8 vittorie, 2 pari ed una sola sconfitta.

Come per l’edizione 2022, la coppa come miglior pugile è stata assegnata al forte Ivan Gimmi, atleta della Quero-Chiloiro seguito dai tecnici Vito Potenza e Nicolò Cofano nella succursale fasanese Authentic Gym,  co-organizzatrice dell’evento. Gimmi ha battuto negli élite 80 kg Vincenzo Scannapieco della Metropolis Salerno, un veterano del ring con ben 68 match all’attivo, di cui 47 vittorie, 8 pari, 13 sconfitte, già diverse volte campione italiano e bronzo ai Campionati europei youth. L’atleta di casa, non intimidito dal curriculum dell’avversario, ha affrontato a viso aperto il salernitano, attaccandolo sin dall’inizio; ovviamente ne è uscito un match spettacolare dove i contendenti non si sono risparmiati ribattendo colpo su colpo gli attacchi reciproci. L’atleta della Quero-Chiloiro  aggiorna così il suo record a 18 vittorie e 7 sconfitte.

Altro match dal pronostico difficile è stato quello tra Angelica Semeraro, imbattuta su 5 match disputati, e Inglesina Cuomo, con ben 23 match all’attivo. La diciannovenne Semeraro, ragazza dalle belle speranze, è riuscita a ribaltare il pronostico, battendo l’esperta e brava salernitana dopo un match avvincente per la qualifica élite 60 kg. Per l’atleta della Quero-Chilioiro è stato un test importante ai fini della partecipazione ai prossimi Campionati Italiani Under 22 di fine settembre.

L’élite 71 kg Giacomo Gioioso bissa la vittoria dell’1 luglio a Gioia del Colle contro l’esperto andriese Nicola De Fato (53 match all’attivo). Match condotto a corta distanza con scambi repentini dove nessuno dei due ha fatto un passo indietro, tanta quantità ma anche qualità. L’atleta fasanese della Quero-Chiloiro, anch’egli concorrente per la partecipazione ai Campionati Italiani Under 22, aggiorna il suo record a 20 vittorie, 4 pari, 4 sconfitte.

Le altre vittorie per gli atleti fasanesi portano la firma di Angelo Dragone (élite 80 kg) ed Ettore Pelonzi (junior 70 kg), rispettivamente sull’andriese Francesco Porro e sul materano Francesco Manicone. Pari invece per Vito Speciale contro Giuseppe Tarantino della Pegasus Matera negli élite 67 kg dopo una “guerra” piena di colpi di scena.

Negli youth 67 kg vittoria di Gaetano Barbati su Domenico Colella della Portoghese Bari. Bravo il pugile tarantino (seguito all’angolo dai tecnici Cataldo Quero e Francesco D’Arcangelo) a tenere la distanza sul pericoloso avversario, neutralizzando gli attacchi con tecnica e padronanza del quadrato.

Pari un po’ stretto invece per lo junior 60 kg Antonio Palmitesta contro lo Youth Vincenzo Picariello della Metropolis Salerno: match molto tattico con i due contendenti dal pugilato similare, attendista e basato quindi sul contrattacco; qualcosa di più ha fatto il pugile tarantino, se non altro Picariello ha subito un richiamo ufficiale.

Sconfitta per Domenico Vacca, ‘incartato’ dal barese Loris Amoruso negli junior 57 kg. Il pugile tarantino non si è espresso al meglio, complice un infortunio alla mano destra, ma sicuramente si rifarà nelle prossime sfide che lo attendono.

Nei derby tra Quero-Chiloiro e Pugilistica Taranto, vittorie per Andrea Bisignano su Maichol Albano (élite 63,5 kg), e Antonello Palmisano su Emanuele Ceino (élite 80 kg).   

Di Alfredo