di Gianfranco Troina

Sarà un sabato caldissimo quello del 22 agMalignaggiosto per i pugili siciliani d’America, massimi esponenti di un movimento vitale ed in forte ripresa già da qualche anno. Il peso superleggero originario di Palazzolo Acreide, Paulie “The magic man” Malignaggi dopo la sconfitta rimediata a novembre a Las Vegas contro il britannico Ricky Hatton cercherà il rilancio nel modo forse più difficile.
Infatti il «Magic man» di Brooklyn si recherà sabato nella tana di Juan «baby bull» Diaz al Toyota Center di Houston, nel Texas, dove la Golden Boy Promotion di Oscar De La Hoya (uno dei miti del pugilato mondiale deglio ultimi venta’nni) allestira una mega riunione con 13 combattimenti fra i quali spicca oltre a Diaz-Ma lignaggi, anche il mondiale Ibf dei superpiuma tra Robert Guerrero e Malcom Klassen.


Il venticinquenne Juan Diaz, una laurea in scienze politiche nel cassetto, negli ultimi tre match ha mostrato segni di flessione rimediando due sconfitte con Nate Campbell e Juan Manuel Marquez ed una vittoria per split decision sull’australiano Michael Katsidis.Con Malignaggi tenta il rilancio di una carriera ad altissimi livelli che lo portò ad unificare nell’ottobre del 2007 il mondiale dei pesi leggeri contro Julio Diaz.
Però non avrà vita facile contro Malignaggi, più che mai deciso a ritornare ai vertici del ranking  mondiale e conscio che una sconfitta contro Diaz potrebbe relegarlo ad un ruolo di secondo piano nel panorama d’élite del boxing mondiale. Il pugile originario di Palazzolo Acreide nell’ultimo match disputato ad aprile contro Chris Fernandez ha dimostrato di avere ancora molte frecce nel suo arco e nelle dichiarazioni prematch non ha nascosto la sua convinzione nel sostenere un grande match sabato sera a Houston.
Lo Greco PhilDa Malignaggi a Phil Lo Greco che sarà al suo debutto in Europa il welter siculo-canadese Phil Lo Greco, originario di S. Giuseppe Jato, opposto al solido francese Sebastien Spengler nel sottoclou del titolo mondiale dei supermedi Wbo tra Karoly Balzsay e Robert Stieglitz  che si terrà  a Budapest il prossimo 22 agosto. Phil Lo Greco,  da poco passato alla corte della Opi 2000 di Salvatore e Christian Cherchi, vanta uno score di 17 vittorie e si troverà di fronte il francese Spengler, già avversario a maggio del romano Della Rosa, ed elemento dotato di non comuni doti da incassatore.Un macth importante che avrebbe potuto disputarsi in Sicilia nello scorso luglio ma che poi saltò all’ultimo momento.
Il debutto europeo di Lo Greco sarà seguito anche da «Dahlia», la pay-tv italiano che punta molto sullo sport (nel calcio tra le altre squadre trasmette le partite del Catania e del Palermo) e crede molto nella boxe. Così «Dahlia tv» sarà presente a Budapest per la riunione di sabato e il match di Phil Lo Greco contro Spengler sarà trasmesso per gli abbonati.
 
La colonia italo.americana:
Paulie Malignaggi e Phil Lo Greco sono i leader della ricca colonia di pugili siciliani in America.
Malignaggi è stato tra l’altro campione del mondo Ibf dei welter junior.
Tra gli altri pugili italo-americani di grande rilievo da ricordare Peter Manfredo jr, Mark De Luca, Anthony Ferrante, Jimmy Lange, Anthony Accardi, Joey Spina, Joey Gilbert, Nick De Marco, Brian Minto, Vinny Maddalone, Tommy Rainone, Michael Marrone e Dominic DeSanto.
Phil Lo Greco risiede in Canada, ma per questo debutto europeo si  è preparato intensamente a Miami alla corte di Buddy McGirt, ex allenatore proprio di Malignaggi e vecchio rivale in un mondiale di Patrizio Oliva.

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi