Torna la grande boxe a Trieste con l’attesa sfida tra il campione dei medi Luca Chiancone e Yassin Hermi. La serata è organizzata dall’Ardita e da Massimiliano Duran. Trieste ha ritrovato un suo “beniamino” dopo anni dopo anni. Oltrettutto si tratta di un peso medio, che potrebbe essere nel cuore dei triestini come lo furono Tiberio Mitri e Nino Benvenuti.  Luca Chiancone (+8, =2), 26 anni, in pratica è uscito allo scoperto quando un anno fa a Novara mise ko il beniamino Joshua Nmomah, reduce da 12 vittorie consecutive. Furono tre riprese al cardiopalma fino a quando il triestino concluse il match con uno spettacolare ko. Alle volte si pensa “al fato” ma Chiancone ha dissolto i dubbi con la conquista del titolo a Santa Marinella. Anche qui il gran favorito e imbattuto Giovanni Rossetti durò appena un round con un pesante ko. Il destino di Chiancone è quello di partire sfavorito, ma con la sua potenza sta infrangendo la logica e soprattutto i pronostici. Siamo arrivati al 20 luglio dove a Ferrara affrontava quel Yassin Hermi, giovane imbattuto, dagli esperti additato come il futuro campione. L’incontro ha visto lo svolgimento di tutte e 10 le riprese con intensità “feroce” e vari colpi di scena. Senz’altro uno dei più bei match degli ultimi anni. E come avviene in questi casi con qualche polemica, utile per certificare la drammaticità dell’incontro. Alla quinta ripresa da un possibile ko a favore di Hermi si passò a un punto di penalizzazione per colpo sotto la cintura, che ai più invece era apparso valido. Il match proseguì con una drammaticità che tenne gli spettatori inchiodati, nel segno della miglior tradizione. Domani Chiancone combatte in casa e il tifo dei suoi fan sarà uno stimolo in più, ma davanti avrà un avversario che avrà, per la sua bravura, la stessa possibilità di vittoria. Un match da tripla proprio come nel passato le sfide tra Benvenuti e Mazzinghi, neanche a farlo apposta tra un friulano e un toscano.

Di Alfredo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: