Si continuano a raccogliere frutti dal vivaio della Boxe Latina. Esordio con vittoria per Aurora Turrin, School Girl 48 kg, sul ring di Ceccano. Nella riunione della Domenico Tiberia Boxing Club, la pugilessa ha battuto ai punti Francesca Fiore, campana della Boxe Pizzo di Napoli. Tre round condotti con personalità contro un’avversaria, che si è presentata con tre vittorie in altrettanti incontri. Annullato di fatto il gap di esperienza nel pugilato agonistico, ma Aurora Turrin, per quanto all’esordio, al pubblico è già abituata. A 13 anni, compiuti lo scorso 10 settembre, vanta tutta la trafila dei Criterium regionali (Cuccioli, Cangurini, Canguri, Allievi), la partecipazione alle fasi nazionali della Coppa Italia Giovanile e il recente titolo di Campionessa Italiana di Sparring Io. Alla lettura del verdetto, è stata incontenibile la gioia all’angolo di Aurora, dove c’erano il nonno Domenico Prezioso, icona del pugilato pontino, e lo zio Rocco Prezioso. Un match supportato dal tifo in platea, tra cui il presidente della Boxe Latina nonché mamma di Aurora, Maria Stella Prezioso e il padre di Aurora, Mirco Turrin, altro maestro e già presidente del club pontino. Contemporaneamente è arrivata per Aurora la convocazione in Nazionale, da parte del tecnico Valeria Calabrese. Stage ad Assisi nel fine settimana.  Nell’arco della stessa serata di Ceccano, altra vittoria per Emanuele Capozzi, Schoolboy 63 kg. Un pieno in trasferta, alla luce di un’altra trasferta in programma questo sabato alla Abis Boxing Team di Ladispoli. Il grande pugilato tornerà invece al Palaboxe sabato 2 dicembre, data in cui è in programma la sfida internazionale per club Italia vs Romania. Un cartellone allestito dalla Boxe Latina, in cui le migliori realtà italiane affronteranno i pari categoria della Romania.

(Comunicato Boxe Latina)

Di Alfredo