Un bel successo per le società di pugilato tarantina e brindisina che hanno voluto organizzare per il 3 novembre un evento sportivo al Palamelfi di Brindisi in cui festeggiare con il Trofeo dell’amicizia la collaborazione tra le due società che cooperano sul territorio ionico-salentino e far divertire gli atleti che hanno partecipato alle gare. Un sodalizio che dura da anni con degli ottimi risultati, infatti, quello tra la Quero-Chiloiro di Taranto del maestro benemerito Vincenzo Quero e dei suoi due figli Cataldo e Cosimo, con la Pugilistica Rodio di Brindisi condotta dai maestri Antonio Musio, Pasquale Mazza e Angelo Conserva.

Match event del 26^Trofeo dell’amicizia, la difesa del titolo intercontinentale UBO nei pesi super welter del professionista Francesco Lezzi, si è confermata uno spettacolo di boxe e un trionfo per l’esultante atleta barese che ha tenuto ben salda la cintura UBO senza lasciare spazio a Mirko Marchetti, l’avversario laziale che invano ha tentato di strappargliela. L’incontro si è disputato sulle dieci riprese, Lezzi è arrivato preparato e convinto, dopo una significativa preparazione nella palestra Quero che lo ospita da qualche mese e in cui lo sta seguendo il maestro Cataldo Quero, all’angolo con lui anche sul ring brindisino insieme al cutman Domenico Colella: dopo un conteggio subìto alla seconda ripresa a causa di un colpo d’incontro, Lezzi ha subito provveduto a rifarsi e, ripresa dopo ripresa, non ha più dato spazio agli attacchi di Marchetti che cercava, – chiuso e guardingo, – il colpo del Ko. Lezzi ha così chiuso “di mestiere” le azioni dell’avversario e il match, dimostrando di essere un pugile navigato e ha aggiornato con questo suo quarantunesimo incontro il record a 17 vittorie, 21 sconfitte e 3 pari.

Nel contorno dilettantistico del Trofeo dell’amicizia si sono disputati altri sette match tra Quero-Chiloiro, Pugilistica Taranto, Pugilistica Rodio, Gruppo sportivo Fiamme oro, Boxe terra d’Otranto, Accademia pugilistica boxe Lecce, Boxe team Rocco di Palmo Francavilla Fontana. Di questi, tre derby sono stati tra i  tarantini compagni di palestra della Quero-Chiloiro e Pugilistica Taranto, in cui i giovani atleti si sono divertiti negli amichevoli confronti di esperienza svoltisi in perfetto equilibro sul ring: negli schoolboy 54 kg Nicola Cesarano ha vinto su Christian Tursi, negli schoolboy 60 kg Marco De Mitri ha battuto Antonio Palmitesta e negli junior 60 kg Marco Tommasi ha superato Vittorio La Gioia. Inoltre, si sono svolte  una gara amatoriale di light boxe e tre gare giovanili di sparring-io, in cui il canguro tarantino 50+ Giovanni Ungaro ha vinto contro Enrico Longo della Pugilistica Rodio e negli allievi -40 kg Cristopher Spagnuolo ha pareggiato contro Adrian Sardelli della Pugilistica Rodio.

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi