ZambaraRossiCaccaroBottarelliLoreniIeri pomeriggio negli affascinanti locali della Sala Consiliare del Municipio di Bedizzole (BS) si è tenuta la conferenza stampa relativa alla manifestazione di venerdì nel paese bresciano nei pressi del Lago di Garda.
Alla presenza delle istituzioni locali rappresentate dal sindaco Dottor Roberto Caccaro, dal Delegato allo sport Mirco Bottarelli e dall’Assessore alle attività produttive di Bedizzole Pierangelo Rossi, si è presentato l’evento che riporta la Noble Art nella località dopo molti anni di assenza.
Assenti giustificati Giovanni Bonomelli, patron della Cooperativa di solidarietà Lautari, comunità pedagogico riabilitativa per tossicodipendenti fondata nel 1992, che nel proprio Maneggio Borgo La Caccia, sito Via Monteroseo 17/A, ospiterà l’appuntamento, ricoverato per dei problemi di salute, e il figlio Andrea, giustamente accanto al padre.
Mario Loreni, promoter della serata assieme al figlio Graziano, ha sottolineato l’importanza della manifestazione, che farà registrare l’esordio della sigla IBO in Italia.
L’ente statunitense, che nel corso degli ultimi anni ha acquistato grande notorietà e credibilità, vantando fra i suoi campioni Wladimir Klitschko e Manny Pacquiao, ha accettato di buon grado di sanzionare con la propria corona dei superpiuma Youth, riservata ai professioni più giovani, la sfida fra Massimiliano Ballisai (7-0), torinese della Colonia Loreni Olab, e Michael Isaac Carrero (9-3-2), nicaraguense del Team Ortiz.
L’importante emittente nazionale RAI Sport Più ha riconosciuto il prestigio del confronto, dando la disponibilità per la diretta, che andrà in onda alle ore 22,15.
Presenti a bordo ring, quindi, il bravo telecronista Mario Matteoli e il leggendario Nino Benvenuti, per il commento tecnico.
A contorno ci saranno altri tre combattimenti professionistici che vedranno impegnati emergenti alfieri della società della Leonessa d’Italia, quali l’imbattuto superleggero Tiberiu Ciubotaru (11-0), il peso piuma cinque volte tricolore tra i dilettanti Mario Pisanti (4-1), senza dimenticare il momento rosa con la bravissima tecnica Loredana Piazza (5-0).
Gli avversari sono di buon livello e questo assicura grande competitività ed equilibrio negli incontri, il tutto a favore dello spettacolo.
In apertura, alle ore 20,00, ci saranno anche tre confronti dilettantistici, che vedranno in azione i pugili della gloriosa Mariani Boxe Ring Brescia, da poco presieduta da Luigi Ghidinelli, eminente personaggio dello scenario boxistico locale.
Si avrà quindi la possibilità di assistere a un’ interessante vetrina dei vari aspetti della Noble Art, dai primi passi sino alle sfide titolate a torso nudo.
L’organizzatore ha poi ringraziato tutti quanti hanno collaborato nella realizzazione dell’evento, permettendo di dargli sede in appena due giorni.
Ottimo come sempre l’intervento dell’anfitrione e abituale speaker Mimmo Zambara, che ha sottolineato i valori pugilistici, ricordano come l’abbraccio che scaturisce spontaneo al termine del match, soprattutto quando questo è stato duro, rappresenta il miglior “3° tempo” possibile.
Ha poi ricordato che la boxe ha con il recupero della tossicodipendenza parecchi aspetti simili, come quello della lotta contro un avversario, che esige grande disciplina e rispetto di sé.
Quindi il pugilato ben si coniuga con gli obiettivi del centro Lautari con la sua essenza di valore educativo.
Efficace il breve discorso del sindaco Caccaro, che si è apertamente dichiarato uomo di poche parole, ma dedito alla realizzazione dei fatti.
Forza, coraggio ed esperienza sono a suo dire le principali virtù che porta avanti il pugilato, sport del quale è da sempre tifoso.
Per questo ha spalancato le porte del paese all’attività guantata, promettendo che, compatibilmente con il sempre esiguo bilancio, l’evento potrebbe diventare appuntamento fisso e ha strizzato l’occhio a una serata estiva in piazza con il 1° Trofeo Comune di Bedizzole.
In questa direzione anche Umberto Lora, il “Barone” del pugilato bresciano, nell’occasione rappresentante del Progetto Lautari, che si è impegnato in prima persona per perorare la causa della boxe in quel di Bedizzole, cove ha ricordato di aver combattuto nel lontano 1964.
Fra i presenti altri volti noti dell’ambiente, sempre pronti a dare il proprio fattivo supporto alle iniziative di questo genere, fra i quali Giuliano Maggini del Club La Contea e il già citato Luigi Ghidinelli, a capo della Mariani Boxe Ring Brescia.
Prossimo appuntamento sarà giovedì nei locali della Mariani Boxe Ring Brescia di Via Zara 43 a Brescia, dove si svolgeranno le operazioni ufficiali di peso.
Sarà poi finalmente il momento agonistico, che inizierà venerdì alle 20,00 al Maneggio Borgo La Caccia con ingresso gratuito.

Di Massimo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi