Sei vittorie su otto match, compresa la più attesa: l’ottavo sigillo (su otto) da professionista di Mattia ‘Lo Spartano’ De Bianchi, che batte ai punti il ferrarese Mattia Musacchi e mette nel mirino il titolo italiano dei supergallo. E’ il ricco bottino ottenuto dalla Boxe Tricolore Olmedo del promoter Sergio Cavallari nel tradizionale ‘Santo Stefano Pugilistico’ del Palahockey, davanti a un folto pubblico.

Partendo dal match clou finale, il reggiano De Bianchi, atleta del Team Cavallari-Ventura, ha tenuto come suo solito un ritmo vertiginoso, impedendo a Musacchi di far valere la superiore stazza fisica e l’allungo di braccia notevolmente maggiore. Nei primi tre round è un monologo dello Spartano, sempre in avanti costringendo l’avversario ad una difesa passiva. Nella quarta ripresa un preciso destro a segno dà un po’ di fiducia al ferrarese, che si rianima rendendo la seconda parte dell’incontro più combattuta. Ma ormai il reggiano ha la situazione sotto controllo, ed il verdetto dei giudici certifica senza ombra di dubbio la sua vittoria, l’ottava consecutiva.

Spettacolare ed applaudita dal pubblico anche la cornice dilettantistica. Il campione interregionale youth 69kg Ahmed Thon dimostra di essere all’altezza della situazione contro il fortissimo toscano Yassin Hermi, nazionale, che per vincere ai punti deve dare il meglio di sè stesso di fronte al coraggio e all’aggressività del reggiano. Da brividi la battaglia negli youth 60kg tra Giacomo Giannotti e Alessio Varya di Serio: ritmo altissimo, con il verdetto dei giudici che ha giustamente favorito la maggiore incisività del reggiano, poi premiato come miglior pugile della serata dal direttore sportivo Luca Quintavalli.

Bella battaglia, sempre negli youth 60kg, tra Ahmed Thon e Juan Carlos Zambelli della Ge-Boxe 2019, con i due giovani guerrieri sempre incollati: la maggiore continuità di Thon ha prevalso sulle più isolate folate di Zambelli. Vittoria prima del limite al primo round per il 64kg Ettore Sergio, troppo superiore rispetto ad Andrea Bertotto il cui angolo è costretto a gettare la spugna. Nella sfida tra esordienti 91kg, Rodion Radinov dimostra di gestire meglio l’emozione del debutto contro Radouan Laaklai della Bolognina Boxe. Il campione italiano school boys 90kg Erlond Morina Batte nuovamente, dopo la finale dei campionati, Pierotti di Merano, mentre il gemello Blendon Morina (vicecampione italiano schoolboys 80kg) perde ai punti contro il più aggressivo Marvin Ghilarducci di Livorno, non riuscendo a sfruttare il proprio maggior allungo.

 

Nelle foto:

Arnaldo Marku a segno

De Bianchi a segno

De Bianchi proclamato vincitore

Giannotti premiato da Quintavalli

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi