Non è stata fortunata la trasferta di Mohammed Obbadi a Monterrey nel Messico. Era chiamato  a disputare una semifinale mondiale IBF nei supermosca. L’avversario Era Jade Bornea, un filippino imbattuto con 16 vittorie, di cui 10 prima del limite, record logicamente ritoccato dopo che Bornea liquidava il nostro pugile al terzo round per ko. Eppure nelle prime due riprese l’italomarocchino, che aveva all’angolo Leonard Bundu, sembrava contenere senza affanni la pressione dell’avversario tenendolo a distanza con il diretto destro, ma doppiando raramente con il sinistro che partiva da lontano senza la dovuta efficacia. Al terzo round il match si riscaldava soprattutto per la maggior determinazione del filippino deciso a chiudere, Obbadi non si tirava indietro ma la maggior potenza dell’avversario coglieva i frutti concludendo con un gancio sinistro al bersaglio grosso. Per Bornea arriva il sospirato match con il detentore Jerwin Ancajas, anche lui filippino

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi