IMG_8340 (640x453)037CAMPONOGARA VENEZIA, 23/03/2014 -(F/L) – Per la seconda volta in 15 giorni la società pugilistica Boxe Riviera del Brenta del Maestro Ubaldo Bettini, in collaborazione con la società Padova Ring, di Massimilano Sarti, hanno messo in calendario due splendide manifestazioni pugilistiche, la prima era di soli dilettanti di…inizio stagione, l’odierna mista, improntata sul rientro del pugile professionista di casa, Lorenzo Zaniboni, dopo la sconfitta patita il 26 dicembre del 2013, a Castelfranco.

Di contorno 8 match dilettantistici, alcuni di buonissima fattura, con alcune speranze di casa, altri con ragazzi in crescita, ma che hanno dimostrato grinta e carattere, malgrado i risultati ottenuti.

Ore 17, sotto la guida del Commissario di Riunione, Franco Avanzi, un veterano del mestiere, coadiuvato dagli Arbitri: Canzian, Zanin, Vedovello e Cecafosso, medico bordo ring dott. Fabbris Bruno, iniziavano gli incontri in programma. Pubblico attento e numeroso, malgrado la”prima giornata autunnale, di pioggia, vento e trombe d’aria”, dopo una settimana di calda primavera!

Pronti via.

Il primo match tra Boscaro e Stefanello, mette in evidenza due giovani promesse(schoolboys), che fanno ben sperare, vince il primo, ma non ha demeritato il suo avversario. Il secondo incontro, categorie pesanti, kg 91, i due pugili partono di gran carriera, tecnica inesistente, grinta tanta, la voglia di fare a botte, prevale nella prima ripresa scambi potenti e ravvicinati Puriotta in difficoltà, ma Zerbin invece di accelerare si ferma e lascia respirare l’avversario. Gong, fine della ripresa. Seconda ripresa Putiotto parte all’attacco con serie continue(della disperazione) ai fianchi demolendo definitivamente un frastornato avversario. Bene ha fatto l’arbitro a fermare l’incontro e decretare il Ko. Terzo match, Mazzarella, pugile in crescita molto tecnico e bello da vedere, trova il suo alter ego nell’avversario, Sacassani, dando cosi vita ad un ‘incontro davvero piacevole, alla fine vince ai punti Mazzarella. Quarto incontro, tra Khallouf e Albochoucheri, vinto ai punti dal primo, qualche buon colpo, ma possono fare molto meglio, qualche indecisione arbitrale ma ininfluente sul risultato finale. Quinto match, tra Rodriguez e Aprizi, tanto agonismo, due buoni pugili ma ancora molto acerbi. Sesto incontro femminile, la Bicciato c’è la mette tutta, ma trova una degna avversaria, se le danno di santa ragione, fanno vedere anche a sprazzi buona boxe, provate alla fine vince Farina ma un pari non sarebbe stato uno scandalo. Brave comunque. Settimo match, Musella contro Zampedri, il primo non è stato all’altezza delle aspettative, forse per merito del tosto avversario, ma è sembrato troppo arruffone e scoordinato, troppo arieggiante, mentre il suo avversario più in linea e incalzante, un pari giusto e onorevole per i due boxeur. Ma….ci si aspettava di più dal pugile di casa. Ottavo incontro, sono quelle cose che per gli amanti della boxe mettono in pace l’anima e ti fanno dolce il palato! Ceremus, ha dato uno spettacolo di pugilato tecnico e”sanguigno”, che piace al pubblico, con un’avversario di tutto rispetto, in linea, buon tecnico, buon colpitore ma debole di fegato. Infatti Ceremus, visto la parità schermitrice alta è passato alle combinazioni uno alto e due basso, è stata la tattica vincente il primo gancio caricato al fegato ha fatto piegare le gambe di Caruso, l’arbitro aveva incominciato a contarlo, ma poi…ha optato per un colpo basso concedendogli i 90 secondi per riprendersi, passati i quali Ceremus si avventa sull’avversario e ripetendo la combinazione, altro colpo al fegato e ginocchio a terra, l’arbitro, a quel punto, ferma l’incontro decretando  la vittoria di Ceremus per KO.

Siamo al grande clou della serata, l’incontro professionistico tra Zaniboni, idolo di casa e De Prophetis, grande attesa tra gli sportivi, perché Lorenzo professionista serio, capace. mancino ed allenato”maniacalmente”dal Tecnico Ubaldo Bettini, dopo il terribile KO, subito a Castelfranco il 26/12/2013, che aveva rallentato la sua corsa come sfidante al titolo italiano dei pesi Welter, si sentiva carico e determinato. Prima ripresa, schermaglie da ambo le parti, qualche bella combinazione, si capisce che si stanno prendendo le distanze. Niente di che, pari.

Seconda ripresa, il ritmo aumenta Zaniboni frutta il fatto di essere mancino ed assegna dei bei colpi in attacco e in rientro. Fa sua la ripresa con un punto di vantaggio. Terza ripresa, Zaniboni all’attacco, lo incalza senza tregua De Prophetis, bei scambi ravvicinati, cosa che Zaniboni non dovrebbe fare, qualche uscita dalla parte sbagliata, ma i colpi più efficaci li porta lui, l’avversario è in difficoltà di fiato e i pugni presi si fanno sentire. Si aggiudica anche questa ripresa, un punto.

Quarta ripresa, Zaniboni parte all’attacco, l’altro lo incalza a piccoli passi, cerca di chiuderlo nell’angolo essendo più possente, Zaniboni scambia e gira, ma commette l’errore di uscire dalla parte sbagliata, ancora una volta, De Prophetis, lo prende con un gancio basso al fegato che doppia al mento e di nuovo al fegato, Zaniboni cade a terra in ginocchio…l’arbitro non conta, non lo fa respirare, ma fa riprendere subito il combattimento, Lorenzo non ha più l’occhio vivo, vede il film di Castefranco, cerca di organizzare una difesa, saltella, l’altro gli si avventa contro come un falco rapace, un po’ di scherma alta e poi…gancio al fegato, gancio al mento, gancio al fegato la…notte chiude lo sguardo incredulo di Lorenzo, l’arbitro tempestivo interviene e decreta la fine dell’incontro per KO. Silenzio sugli spalti, amarezza e delusione, forse hanno assistito all’ultima esibizione di un pugile che meritava molto di più dalla boxe. Incredulità all’angolo avverso, la vittoria la metti sempre in conto, ma dopo le prime tre riprese, forse qualche dubbio era venuto ed invece si è verificata le dura legge del ring…mai è tutto perso!.

Nel complesso una bella riunione, arbitraggi buoni e professionali, conferme e delusioni e qualcuno dovrà ripensare al suo…giorno dopo.

 

Risultati

Professionisti KG 68 Pesi Welter

De Prophetis Colonia Alessandro Zuliani, Tecnico Alessandro Zuliani, batte per KO a 20 secondi della 4 ripresa, Zaniboni Colonia Ventura, Tecnico Ubaldo Bettini.

Dilettanti

KG 59) Boscaro Alberto New Boxe 2010, VP su Stefanello Mattia Boxe Ruga Verona

KG 91) Puriotto Arturo New Boxe 2010, KO su Zerbin Nico Boxe Riviera del Brenta

KG 56) Mazzarella Marco Padova Ring, VP su Sancassiani Matteo, Boxe Ruga Verona

KG 64) Khallouf Mhocina Padova Ring, VP su Albochoucheri Omar, Boxe Nicotera Bolzano

KG 60) Rodriguez Daniel Padova Ring,VP su Aprizi Totilo, Boxe Nicotera Bolzano

KG 54) Farina Asia Boxe Nicotera Bolzano, VP su Bicciato Matilde Padova Ring

KG 62) Musella Antonio Padova Ring, PARI con Zampedri Alex, Boxing Club Vercelli

KG 64) Ceremus Anatolie Padova Ring, KO su Caruso Stefano, Boxing Club Vercelli

 

 

Foto di Ivano Cassy

Di Alfredo