Sabato 20 maggio, alle 20.00, all’arena di Monza (4.000 posti) avrà luogo la terza edizione di The Art of Fighting, galà dedicato al pugilato ed alla kickboxing organizzato da Edoardo Germani in collaborazione con la Promo Boxe Italia di Mario Loreni e con il patrocinio del Comune di Monza. Sono previsti sei combattimenti di pugilato ed uno di kickboxing. I biglietti costano 30 euro (tribuna) e 55 euro (parterre) e si possono acquistare sul sito Made Ticket.it.   Presenterà The Art of Fighting 3 la bravissima conduttrice televisiva Francesca Agnati (conduce ABS Motori in onda il mercoledì alle 20.30 su Canale Italia) affiancata da Valerio Lamanna (la voce degli sport da ring in Italia).

Nell’incontro clou di pugilato,  il campione d’Europa  dei pesi gallo Alessio Lorusso (27 anni, 21 vittorie, 9 prima del limite, 4 sconfitte e 2 pareggi) difenderà il titolo contro il britannico di origine camerunense Thomas Essomba (11-8-1) sulla distanza delle 12 riprese. Sarà la seconda partecipazione di Alessio Lorusso a The Art of Fighting. Nella seconda edizione del galà, il 19 novembre scorso a Meda, ha liquidato in due riprese il georgiano Mikheil Soloninkini. Il PalaMeda era esaurito. All’arena di Monza il protagonista del combattimento di kickboxing sarà Luca Cecchetti (57-5), dal giugno 2022 campione del mondo dei pesi gallo Wako-Pro. Il nome del suo avversario sarà reso noto nei prossimi giorni. Sono previste 5 riprese da 3 minuti ciascuna con le regole dello stile K-1: pugni, calci e ginocchiate. Sarà in palio, per la prima volta, la cintura TAF. 

Alessio Lorusso è pronto per difendere il titolo europeo ed è sicuro della vittoria: “Ho visto combattere Thomas Essomba, ho studiato il suo record, so dove si allena e con chi si allena e quindi ho tutte le informazioni per prepararmi nel migliore dei modi. Oltre che essere un pugile professionista, sono un appassionato di pugilato: mi piace guardare i combattimenti, studiare lo stile dei grandi campioni ed ovviamente dei pugili della mia categoria di peso. I migliori pesi gallo del mondo non hanno misteri per me. Thomas Essomba ha otto sconfitte nel record, ma il record bisogna saperlo leggere. Contro chi ha perso Thomas Essomba? Contro pugili di altissimo livello come il britannico Sunny Edwards che è ancora imbattuto (19-0) ed è l’attuale campione del mondo dei pesi mosca IBF. Quando hanno combattuto, era in palio il titolo internazionale dei pesi supermosca IBF e l’incontro è finito ai punti  (dodici riprese). Contro Marcel Braithwaite, un altro pugile molto quotato, Thomas Essomba ha perso solo per decisione non unanime (un giudice ha dato la vittoria a lui, gli altri due a Braithwaite). Insomma, Thomas Essomba è un avversario che merita rispetto.”

Alessio Lorusso ha conquistato il vacante titolo europeo dei pesi gallo il 14 ottobre 2022 all’arena di Monza battendo per knock out al dodicesimo round lo spagnolo Sebastian Perez. “Ho preparato quel match nei minimi dettagli insieme al maestro Francesco Liotti – spiega Alessio – ed era previsto che nelle ultime riprese aumentassi il ritmo. Io sono un diesel: inizio piano e poi aumento il ritmo mentre molti pugili avvertono la stanchezza nelle riprese finali. Se il match arriva al dodicesimo round, le mie probabilità di vincere aumentano.”

Alessio Lorusso ha ottenuto il primo successo importante il 22 novembre 2019, a Sarnico, battendo ai punti Jacopo Lusci per il vacante titolo italiano dei pesi supergallo. In seguito,  Lorusso ha conquistato il titolo dell’Unione Europea dei pesi gallo. Dal 25 aprile 2019 Alessio Lorusso ha ottenuto 16 vittorie consecutive. “Le mie quattro sconfitte sono dovute al fatto che volevo combattere spesso ed accettavo tutte le offerte – commenta Alessio Lorusso – anche se dovevo andare  a casa del mio avversario. Posso essere d’accordo sulla sconfitta contro Davide Tassi, ma le altre volte non avevo perso e l’ho detto in faccia ai miei avversari.  Contro Jacopo Lusci ho pareggiato, ma l’ho battuto quando contava: per il titolo italiano dei pesi supergallo.” 

Alessio Lorusso è brianzolo e quindi a The Art of Fighting 3 combatterà di fronte al suo pubblico. “Uno dei motivi per cui lo abbiamo scelto – dichiara Edoardo Germani – è la sua appartenenza al territorio. The Art of Fighting 3 è un evento made in Brianza. Sono brianzoli gli atleti, gli spettatori e pure noi organizzatori. Io abito da sempre a Monza. Il mio socio Luca Cecchetti è nato a Giussano, abita a Meda ed ha aperto la sua palestra a Lissone.” 

All’arena di Monza, il 20 maggio,  saliranno sul ring anche i pugili Momo El Maghraby (6-0), Francesco Paparo (2-0-1), Alessio Spahiu (3-0) e Morgan Moricca (1-0). I nomi dei loro avversari sanno annunciati a breve. Una sfida che promette scintille è quella tra i pesi massimi leggeri Jonathan Kogasso (7-0 con 5 vittorie prima del limite) ed il moldavo Sergiu Sinigur (6-0 con 5 vittorie per knock out). Jonathan Kogasso è nato in Congo, ma si allena a Voghera con il maestro Vincenzo Gigliotti, pugile professionista dal 1995 al 2014 che ha vinto il titolo italiano dei pesi supergallo ed ha combattuto per l’europeo ed il mondiale.

 

  

Di Alfredo