28 maggio Cinture DSC_5004 come oggetto avanzato-1 Programma III Giornat come oggetto avanzato-1Ieri si è svolta la terza giornata del Torneo Esordienti Senior dedicato a Carlo Maggi. Il Torneo entra nel rush delle semifinali e finali in un PalaVespucci sempre più pieno e festante. L’organizzazione della Boxe Roma Casalbruciato batte il gong dell’entusiasmo in attesa di domenica dove gli incontri faranno da contorno insieme a molte altre iniziative con filmati, campioni che interverranno e saranno presenti a contatto con il pubblico. Nella terza giornata i valori stanno prendendo forma come un blocco di marmo sotto la sapiente regia di un buon scultore. Si delineano i valori e qualche nome comincia a veleggiare tra i presenti e probabilmente nell’attività futura. Cose ovvie, ma per chi le scrive sembra sempre la prima volta. Anche ieri è stata una bella giornata piena con 12 matches e uno saltato. Dai 60 agli 81kg i protagonisti hanno gettato alle ortiche tensioni, adrenalina, ansia, gioia, lagrime in uno scenario che sarebbe piaciuto molto a Carlo Maggi, che sembra controllare tutto attraverso le foto che scorrono in uno schermo.

Che era una giornata particolare lo si è visto anche dalle tre squalifiche inflitte agli atleti facendo terminare prima del tempo la loro fatica. Giuste per i contenuti, ma forse ingiuste e severe parlando di esordienti, ai posteri l’ardua sentenza. Certo trattenute, spintarelle, testa bassa, pugni a mano aperta hanno fatto in certi momenti bella mostra come è logico che sia in simili frangenti dovuti all’inesperienza, ma la squalifica sulle tre riprese ha sempre un sapore amaro.

Aprono la serata Pistaferri e Galiffa con un match molto sentito e intenso, senza pause, fioccano i richiami e si arriva a un 2 per parte con la spada di Damocle che arriva per Pistaferri a pochi secondi dalla fine. Pellecchia contro Zuffi sceglie la strada del girare al largo di fronte all’aggressività del pugile di Tarquinia. Così non si può vincere. Nel match seguente Marcellini inizia in maniera più intraprendente cercando di prendere l’iniziativa, ma il destro di Paglia non è certo una carezza e diventa l’artefice del successo. La sfida tra Ranieri e Proietti tra, l’altro autori di un buon match, diverte guardando gli angoli in cui vedi Andrea Frontaloni e Giorgio Perreca con Rosario Pomponi, l’amarcord di un passato che li ha visti combattere per la stessa palestra. Sono gli incroci della vita. Ranieri da parte sua vince facendo ascoltare all’avversario due conteggi. Ci inoltriamo tra i 64 kg con il match tra Protani e Miozzi, dove quest’ultimo più alto stenta a tenere lontano l’avversario e digerendo male qualche colpo. Anche qui si arriva a una bella successione di richiami, che testimoniano un po’ d’ingenuità da parte di Protani che viene squalificato nel fatidico terzo round. La stessa cosa avviene nel match seguente tra Bonolo e il solido Pagani. Match accanito dove Pagani  riceve un richiamo, ma Bonolo ne mette in fila tre con l’inevitabile sconfitta al terzo round. La Gim Boxe Setteville si prende la rivincita con il match seguente tra Boccetti e Piccioni, che trascina il pubblico all’entusiasmo coi suoi capovolgimenti. Boccetti sciorina “quasi da esperto” un ottimo pugilato con varietà di colpi soprattutto dalla corta distanza dove l’allievo di Montesan lo costringe con prolungate ed estenuanti serie. L’allievo di Pino Fiori trova gli spazi per i suoi colpi limpidi e per la vittoria. Discreto anche l’incontro tra De Martino e Vitturini, che aveva all’angolo Barigelli e De Gese, oggi insegnanti dell’Indomita e da pugili pilastri dell’Audace. Vitturini subisce inizialmente la maggiore incisività di De Martino e nel secondo round è costretto ad ascoltare un conteggio. Rosicchia qualcosa alla fine, ma è tardi per raddrizzare il risultato. Tra Francisci e Balde due modi di vedere la boxe, che hanno trovato il pieno consenso tra il pubblico. Balde viene dalla San Basilio e per certi versi gioca in casa, mentre Francisci proviene dalla Boxe Academy di Salvatore Vagni. Sale lo share di gradimento con gli attacchi di Balde, anche se ancora parte troppo da lontano, ma arriva ugualmente a segno. Francisci non si smonta e replica con freddezza. Match aperto ad ogni soluzione con Balde che viene contato dopo una caduta dovuta a scivolata con pugno. Nella terza ripresa l’allievo di Daniele Petrucci si scatena sia pure in maniera scomposta, il giovane mostra efficacia ma ha di fronte un avversario che non gli perdona la minima distrazione ottenendo il verdetto. Due atleti da rivedere con interesse e molta attenzione. Inizia con il freno a mano Ciccone di fronte a un Leonardi che pur essendo più basso arriva con disinvoltura a segno. Nel finale l’allievo di Arcesi accelera il ritmo e un suo gancio sinistro viene visibilmente accusato con relativo conteggio. Vittoria per Ciccone e applausi anche per Leonardi, una formula che certifica il gradimento. Sembra che con il passare della serata i protagonisti sciolgono la loro comprensibile tensione. Palombi e Monteiro chiudono la serie dei 75 kg. I due hanno ben impressionato nella giornata precedente e si confermano nell’occasione. Palombi ha una boxe senza fronzoli ed efficace, Monteiro cerca la replica ma appare meno preciso. Una fastidiosa ferita allo zigomo dopo un paio di interventi costringe il medico a decretare lo stop a favore di una meritata vittoria per Palombi. Chiudono la bella serata, sotto ogni punto di vista, Prassede e Laurenza. Il pugile di Setteville appare un po’ contratto all’inizio di fronte a un Laurenza decisamente più disinvolto. Con il passare dei minuti Prassede ben catechizzato da Meloni e Fiori acquista fiducia nei propri mezzi, che non sono indifferenti, da come accusa i colpi il suo avversario. Il match cambia destinazione e nel terzo round Laurenza viene contato e termina il match con l’intervento del medico.

Oggi Venerdì strameritata giornata di riposo per organizzatori, maestri, pugili, arbitri, cronometristi, medici e perchè no anche per Inchingolo ottimo speaker e disc jockey.

Domani sabato si disputeranno ben 17 incontri con inizio alle 18,00.

Domenica le finali e grande festa: il tutto inizierà alle 20.

Di Alfredo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: