di Massimo Pietroselli

Grande successo della manifestazione sportiva denominata 3° Trofeo pugilistico città di Loreto. L’evento è stato organizzato dalla società dilettantistica Boxing Academy Loreto presieduta da Alessandro Diodovich e diretta dal maestro Alessandro Cossu che ha provveduto a fare allestire il ring nella suggestiva Piazza San Giovanni Paolo II con sfondo i torrioni del Santuario di Loreto.

La kermesse iniziata alle ore 20,30 di sabato 24 giugno, è stata aperta dal Presidente della federazione pugilistica marchigiana Luciano Romanella e dal Sindaco di Loreto Moreno Pieroni che hanno evidenziato l’importanza dell’evento pugilistico ormai divenuto tradizionale appuntamento per la città lauretana tanto da inserirlo nel calendario dei maggiori eventi estivi lauretani.

Ospite d’onore il campione mondiale Sumbu Kalambay che al termine della manifestazione gli è stato chiesto di scegliere e premiare il miglior pugile del torneo.

Tredici i match disputati con la presenza di nove società marchigiane i cui atleti hanno incrociato i guantoni con i pari peso provenienti dall’Umbria, Liguria e Svizzera.  

In evidenza il pugile e tecnico della società Academy Loreto, Davide Astolfi, 21 anni, 75 kg., che dopo un intenso match combattuto sulla corta e media distanza ha battuto ai punti il bravo Matteo Marziali della San Giorgio Boxe. Il pugile lauretano in splendida forma, è stato anche premiato dal campione mondiale e tecnico della nazionale italiana Kalambay quale miglior pugile della serata.

L’altro match che ha entusiasmato il folto pubblico presente è stato quello tra il ventiduenne Elia Gironelli, 67 kg. punta di diamante tra gli élite del sodalizio locale e Lorenzo Piangerelli della Nike Fermo. La velocità ed il tempismo del forte Gironelli ha equiparato le capacità dell’abile pugile fermano che ha risposto sempre con precisione ed estrema mobilità, tanto che i giudici hanno deciso a fine match per un giusto pareggio.

Tra gli élite dei 60 kg. il ventenne Leonardo Gioacchini della Pugilistica Dorica vince ai punti contro lo svizzero Marvin Guerrini. Il pugile dorico dotato di uno stile del tutto personale è capace di combattere quasi sempre privo di guardia, intuendo i colpi da schivare con estrema rapidità e attaccando con ganci e diretti al volto.

Vittoria ai punti del diciannovenne Marcello Di Gennaro della Ruffini Boxe contro il ventenne Leonardo Perini della San Giorgio Boxe. Ottima la prestazione del pugile sambenedettese allenato dal tecnico Roberto Ruffini che ha saputo fronteggiare il forte avversario distribuendo le energie su tutte e tre le riprese.        

Altro atleta che si è messo in risalto è stato Ernis Abazi, 19 anni, della Pugilistica Maceratese che ha vinto ai punti contro il valido Matteo Omiccioli, ventisette anni, della Phoenix Boxe Fano. Il pugile maceratese che è apparso in perfetta forma, ha dimostrato una ottima tecnica e grande abilità difensiva contro un avversario più esperto e mai domo.

Di Alfredo