di Luigino Capogna

Venerdi prossimo 30 luglio nella suggestiva location di piazza Marconi a Castelliri (Fr) con ingresso e start alle ore 20,30 si svolgerà, come da tradizione sportiva ormai consolidata nel tempo il 17° Memorial Luigi Quadrini e il 2° Trofeo Loreto Esposito che verrà assegnato nel corso della manifestazione ad un atleta “Castellucciano” che più si è distinto nello sport. La riunione pugilistica è come sempre organizzata in modo impeccabile dalla palestra “L. Quadrini” del maestro Raimondo Scala con la sinergica collaborazione delle palestre “G. S. Training Cassino” del maestro Giuseppe Tucciarone, della “ASD Boxe Sora” del neo organizzatore Stefano Soccodato,  con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Castelliri in persona del Sindaco Fabio Abballe e del viceSindaco Emilio Di Folco con il coordinamento dell’instancabile factotum nonché Vicepresidente e Segretario Fabio Campoli.

Nel caratteristico borgo di Castelliri il maestro Raimondo Scala insegna la “noble art”, dopo aver speso una intera vita per il pugilato, con costante impegno quotidiano mettendo a disposizione la passione, la fatica, i sacrifici e molta esperienza per  i tanti ragazzi che frequentano la sua palestra dove ognuno può con il dovuto impegno coronare i propri sogni ma soprattutto forgiare il proprio fisico, la mente , diventare un vero atleta e migliorarsi come uomo.

Il nutrito cartellone prevede ben nove incontri tra i dilettanti: inizia Davide Maffeo della “G.S Traning Cassino” contro Davide Presutti della “ ASD Val di Sangro”; Valentino Di Silvio per la “ Pugilistica Ciociara” sarà opposto a Tommaso Aquilano della “Pugilistica Pescara”; i ragazzi locali Fabrizio Gabriele e Alessio Sili incroceranno rispettivamente Giulio Diodato e Yuri Camarra; gli emergenti “Sorani” Davide Iafrate e Matteo De Santis se la vedranno con Alessandro Liberato e Emanuele Costa; Francesco Di Salvo, Andrea Miele e Carlo Alberto Gentile tutti della “G.S. Traning Cassino” chiuderanno la kermesse contro i pari peso Domenico Petrelli, Ivan Guarneri e Giuseppe De Santis della palestra “Pugilistica Di Giacomo”

Sono previsti per una nostalgica passarella molti campioni tra cui Stefano Castellucci, Ivan D’Adamo, Gianmarco Cardillo, Vincenzo Finiello, Remo Tatangelo, Luigi Mantegna mentre a dettare i tempi e a coordinare la serata ci sarà lo speaker per antonomasia conosciuto in tutto il mondo del pugilato che risponde al nome di Valerio Lamanna “la voce del ring” inconfondibile e appassionante che sicuramente infiammerà ed entusiasmerà tutto il pubblico che avrà la fortuna di assistere a questo evento pugilistico che è stato supportato dai molteplici imprenditori e operatori commerciali del territorio tra cui Edil PernaItalclass.it, Propaganda Group e Osteria del Pesce di Isola Liri con l’intento di raggiungere sempre più ambiziosi traguardi con la giusta programmazione e soprattutto con la collaborazione sinergica delle varie palestre della provincia.

Questa manifestazione vuole rendere un doveroso omaggio a due grandi personaggi “Castellucciani” come l’indimenticato campione Luigi Quadrini e il dirigente Loreto Esposito che hanno dedicato la loro esistenza allo sport ed in particolare al pugilato. La storia sportiva ed umana del grandissimo campione Luigi, nato a Castelliri il 25 marzo 1907, è stata tante volte ripercorsa nella sua interezza senza mai sottolineare che contiene spesso le amarezze di un italiano all’estero e di uno straniero in patria che ha lasciato un’impronta sportiva incancellabile vantando affermazioni su avversari di chiara fama internazionale e di essere stato il primo italiano ad aver conquistato una corona europea all’estero ed esattamente a Madrid contro il fuoriclasse Antonio Ruiz.

A venti anni, esattamente il12 luglio 1927 a Milano, conquistò il titolo italiano che detenne per molti anni battendo Ambrogio Radaelli. Affrontò i migliori pari pesi in circolazione Garbelli, Tamagnini, il campione del mondo Al Brown, Turiello, Venturi, Freddy Miller e il grandissimo Kid Chocolate per un totale di oltre centotrenta match sui più prestigiosi ring del mondo guadagnandosi ovunque gli appellativi di “Ciociaro terribile” per il suo forte temperamento unito ad una tecnica sopraffina. Quadrini non inseguiva la gloria, era abbastanza  introverso e prediligeva avversari picchiatori perche riusciva sistematicamente a colpirli d’anticipo e a deriderli con irriverenti schivate. Aveva la boxe nel sangue, non sprecava mai energie e centellinava la sua forza in maniera calcolata.

Dopo aver appeso i guantoni al fatidico chiodo si stabilì  a Firenze e poi a Novara dove da insegnante seguì e preparò il campione europeo Giannelli e il campione d’Italia Morabito. Su invito del re Faruk si trasferì in Egitto dove portò la squadra egiziana alla conquista di ben cinque medaglie d’oro ai Giochi del Mediterraneo.

Nel 1952 continuò la sua attività in Tunisia e dopo un anno ritornò definitivamente a Firenze nell’Accademia Pugilistica senza mai dimenticare la sua amata terra natia.

Insomma sarà un venerdì sera emozionante e a Castelliri si aprirà uno spiraglio di ritorno alla socialità e si potrà ritornare a vivere la boxe, quella vera, quella dei ragazzi che con la pandemia hanno scoperto e attraversato territori inconsci e sconosciuti, superando sfide impervie e drammatiche molto più di quelle dentro un quadrato delimitato dalle sedici corde che come sempre allestirà la Ring Service di Gianpaolo Di Vetta con la ormai consolidata puntualità e professionalità.

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi