Piane di Montegiorgio, 13/07/2014 – (Bruno Cozzi) – Con la direzione della Nike di Fermo ė andata in scena presso il palazzetto dello sport una dilettantistica di tutto rispetto. Subito al primo match si partiva a spron battuto col primo confronto  nei 69 kg  tra Frati  (Boxing Castelfidardo) e Braccetti (Pug Ascoli); ritmi elevatissimi dove la caparbietà, il forcing e la pressione dell’instancabile Frati, che non conosce la marcia indietro, porta giustamente e meritatamente il verdetto dalla sua parte. Sempre nei 69 kg non male  il confronto tra  Olivieri (Pug: Ascoli) e l’umbro Soriano ( Nunca  Mas). I due, molto simili nel combattimento, finivano in perfetta parità dopo tre riprese tiratissime in cui il verdetto rispecchiava perfettamente l’andamento  del confronto. Tra gli elite, nei 60 kg, il primo match è terminato in un altro perfetto pareggio tra Campanari ( Boxe Castelfidardo) e Oliovecchio (Boxe Foligno). Si è trattato di un match con momenti di spigoloso studio da entrambe le parti e sprazzi di belle azioni; .difficile trarre un vincitore. Bene ha fatto la giuria a decretare il pareggio  Nel match successivo tra Veroli (Nike Fermo) e Segoloni (Boxe Foligno) quest’ultimo, assistito all’angolo dal maestro Apolloni, saliva sin dalle prime .battute in cattedra; dimostrava classe e sicurezza di se stesso e portava al termine il match con una indubbia superiorità tecnica cui Veroli non poteva opporsi.  Nel confronto successivo Serenelli ( Boxing Club Castelfidardo) negli 81 kg faceva sua la posta ai punti sul rappresentate umbro Brauzi (Boxe Foligno). Qui va subito detto che il pubblico si è veramente divertito e ha gustato un bel confronto dove Serenelli ha dimostrato di essere al top della maturazione pugilistica. Suo il verdetto. Confronto molto interessante tra Rega, 54 kg, 18 anni  della Nike di Fermo e Di Rocco,  16 anni, della Boxe Foligno. Il  verdetto ė andato a Rega per qualche colpo più incisivo ma sono due atleti giovanissimi e di sicuro futuro, tanto che ė stata riservata a loro una medaglia dal Comitato Regionale Marche che è stata consegnata dal sindaco e dall’assessore allo sport del Comune di Montegiorgio, Benedetti Armando e Ortenzi Michele. Nel penultimo match del pomeriggio, nei 69 kg, Capriotti della Nike, sul filo del rasoio, ha fatto sua la posta sull’ascolano D’Angelo. Ultimo confronto del pomeriggio,  roba da cineteca, il confronto tra Marvin Perugini e l’umbro Filippo Gubbini. I due hanno dato vita ad uno di quei confronti che ti fanno rimanere incollato davanti al ring. L’ha spuntata con verdetto non unanime Perugini ma davanti a tale spettacolo il verdetto passa in secondo piano ed hanno vinto entrambi per la bellezza pugilistica espressa sul ring. Ottimi i giudici Di Clementi, Ngeleka Battila e Mecozzi. La  serata si e conclusa in vera amicizia davanti un bel piatto di penne .con sugo delizioso fatto dalle mani del maestro Achilli davanti ad un maxi schermo con la finale mondiale .Germania.vs  Argentina.

Di Alfredo