Lo statunitense Andre Ward ha combattuto per la quinta volta nella città adottiva di Oakland, California, riportando il primo successo prima del limite. Nelle altre quattro sfide, tre delle quali per il campionato mondiale, si era affermato con verdetto ai punti.
Ieri sera nella Oracle Arena il 28enne Ward ha conservato le cinture WBA Super-Champion e WBA dei pesi supermedi, imponendosi al connazionale Chad Dawson, 30enne del Connecticut per knockout tecnico a 2:45 del decimo round. L’intervento arbitrale di Steve Smoger è arrivato dopo la terza caduta registrata nel corso del confronto. I primi due atterramenti sono stati sofferti rispettivamente nella terza e quarta ripresa.


Dawson era reduce dalla vittoria ottenuta a maggioranza contro Bernard Hopkins che gli ha ridato la cintura WBC dei pesi mediomassimi. Con qualche chilo in meno “Bad” Dawson ha offerto la peggiore prestazione della sua brillante carriera professionistica. Ward è stato dominatore assoluto del match. Il successo di Dawson contro Hopkins faceva sperare in una sfida equilibrata. Invece lo sfidante non è riuscito mai ad entrare nel match con l’animo del vincitore. Ward lo ha controllato come e quando lo ha voluto, senza retrocedere una volta, fino a disporne anzitempo.
Questa vittoria pone Ward nella posizione di miglior supermedio in attività. Prima di Dawson aveva  messo in fila i migliori quali Mikkel Kessler, Arthur Abraham e Carl Froch. Ward è rimasto invitto con 26 trionfi (14 prima del limite).Dawson, 31-1-0-2 NC (17 anzitempo), dovrà trovare spazio tra i mediomassimi se vorrà ancora brillare a livello mondiale.

Il campione WBC dei pesi leggeri Antonio de Marco ha impiegato solo 44 secondi per annichilire lo sfidante di turno John Molina. Il guardia destra messicano ha dimostrato di vivere un momento di grazia con la fulminea vittoria che non ha dato scampo al californiano Molina, 30 anni il prossimo dicembre. Il 26enne de Marco ha aggredito l’avversario dopo il suono del gong ed ha smesso di picchiare quando l’arbitro Jack Reiss ha dichiarato l’out. “Mochis” de Marco, 28-2-1 (21), ha difeso la sua cintura per la seconda volta da quando l’ha fatta propria nell’ottobre dell’anno scorso. Molina, 24-2-0 (19), è stato drasticamente ridimensionato nell’area internazionale.

Primiano Michele Schiavone

Fonte www.sportenote.com

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi