Venerdì sera il Palamacchia di Livorno tornerà ad essere un’arena ribollente di tifo per l’idolo di casa Lenny Bottai, il quale difenderà la cintura di Campione Internazionale Ibf contro il francese Jean Michel Hamilcaro, sul limite di 12 riprese che si preannunciano di grande battaglia.
 La serata, organizzata dalla Boxe Cavallari in collaborazione con Spes Fortitude e GoldBet, prevede anche un interessante sottoclou, con due match professionistici prima dell’incontro per il titolo che sarà trasmesso in diretta su Raisport 1.
 A pochi giorni dal grande evento pugilistico nella città labronica, abbiamo raccolto le dichiarazioni dell’organizzatore Sergio Cavallari e del protagonista della serata Lenny Bottai.


 SERGIO CAVALLARI: «Sono contentissimo di come Lenny si sia preparato a questo incontro: la sua serietà è indescrivibile. In più la sua collaborazione per l’organizzazione della serata (insieme alla compagna Veronica Del Giovane) è totale e fondamentale. Queste qualità e questa passione totale vengono trasmesse al pubblico livornese, che ha veramente pochi eguali. Venendo al match, Hamilcaro va preso con le molle: la sua età, il suo record e la sua quotazione nelle classifiche fanno presagire che sarà una battaglia dal primo all’ultimo round. Ma sono sicuro che Bottai, in virtù della preparazione, della voglia di vincere e della grande capacità di leggere tatticamente gli incontri insieme al suo staff tecnico, riuscirà a conservare la cintura. E’ importante anche per il futuro: non escludiamo a breve termine l’opportunità di affrontare per l’Intercontinentale Ibf il campione Nikola Stevanovic a casa sua, in Serbia. Per me Lenny ce la può fare, ma intanto battiamo Hamilcaro!».
 LENNY BOTTAI: «Anche questa preparazione è stata dura e puntigliosa, ci siamo impegnati al massimo dal punto di vista atletico e tecnico per cercare di fare passi avanti insieme al mio Team, una squadra che lavora in sinergia con umiltà, semplicità e affiatamento. E devo ringraziare anche i ragazzi della nostra palestra, che hanno contribuito con sacrificio alla mia preparazione coadiuvandomi con lo sparring. Adesso spero di mettere in pratica al meglio tutto questo sul quadrato: ho potuto vedere poco di questo francese, so che è passato professionista giovanissimo, che ha vinto la coppa di Francia, il record è buonissimo e la posizione Boxrec molto vicina a me indica che non è affatto costruito. Da quel che mi dicono è fisicamente ben messo ed incline alla battaglia, quindi penso che non sarà una gara di fioretto… insomma, come si dice dalle mie parti, ci sarà da “sbucciarsi le mani” e vivere delle belle emozioni. Che sul quadrato vinca il più forte.
 Spero con tutto il cuore di vivere insieme ai miei tifosi ancora una grande battaglia. So bene quale sia il pensiero di molti addetti ai lavori sui cosiddetti “titolini”, ma credo anche che – come ha detto Lerry Merchant tempo fa sulla Hbo – “non è il titolo a fare i pugili, ma viceversa”».
 SOTTOCLOU. Nei match professionistici di contorno saranno impegnati due tra i giovani più promettenti del Team Cavallari – Artoni Trasporti: l’imbattuto 23enne superpiuma napoletano Nicola Cipolletta, che sulla strada della maturazione si troverà davanti l’esperto ungherese Csaba Toth; ed il 25enne superleggero milanese Renato De Donato, che affronterà sugli otto round l’ancor più esperto ceco Araik Sachbazjan (già avversario di Gamboa), nell’ultimo test prima del titolo italiano della categoria che De Donato disputerà il 25 novembre in Campania contro il campione Samuele Esposito.

PROGRAMMA
DOVE: Livorno, Palamacchia
QUANDO: venerdì 21 ottobre dalle ore 20.30
ORGANIZZAZIONE: Boxe Cavallari, in collaborazione con Spes Fortitude Livorno e GoldBet
TV: Diretta Bottai-Hamilcaro su Raisport 1
BIGLIETTI: platea 10 euro, bordo ring 15 (in prevendita 8 e 13 euro, per info spes_fortitude@gmail.com)
INCONTRI:
•       Superpiuma 6×3’: Nicola Cipolletta (Team Cavallari – Artoni Trasporti, Napoli, 1988, 6+ 2ko) vs Csaba Toth (Ungheria, 6+ 3ko / 9- 7ko)

•       Superleggeri 8×3’: Renato De Donato (Team Cavallari – Artoni Trasporti, Milano, 1986, 6+) vs Araik Sachbazjan (Repubblica Ceca, 1972, 13+ 6ko / 19- 5ko)
•       Superwelter 12×3’, valevole per Titolo Internazionale IBF: il campione Lenny Bottai (Team Cavallari – Artoni Trasporti, Livorno, 1977, 15+ 5ko / 1-) vs lo sfidante Jean Michel Hamilcaro (Francia, 1986, 14+ 4ko / 2= / 4-)

Ufficio stampa Boxe Cavallari

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi