Domenica a Busto Arsizio al Museo del Tessile, sotto gli occhi del Sindaco Farioli e del Delegato del CONI di Varese Ferrario, si sono concluse le fasi regionali dei Campionati Giovanili e le Cinture Lombarde I/II Serie, il Panthers Lauri alla partenza con otto atleti è riuscito a portare a casa un titolo regionale Youth con Anthoni Dedè, una Cintura Lombarda con Igor Sevostianov, un secondo posto negli Junior con Claudio Rosa, quattro terzi posti nelle Cinture Lombarde con Stefano Lucca, Marco Brignoli, Iuliano Gallo e Edoardo Lozza, risultando e confermando il suo ruolo di leader chip in Lombardia, l’unico non arrivato in zona medaglia è stato Liam Dedè che ha dovuto soccombere con il vincente delle Cinture Tatulli della Forza  Coraggio di Milano nelle fasi eliminatorie, dopo aver sostenuto un ottima prestazione. “Il bottino poteva essere migliore” queste le parole del Maestro Lauri, “alcune preparazioni ancora acerbe ed alcune sicurezze di vittoria” continua il tecnico dei Panthers “ ci hanno privato di arricchire il carnet”, omissis “ma la società varesina si accontenta e cercherà di colmare le carenze tecniche”. Il nuovo sistema di allenamento che da circa un anno, si sta attuando nella Palestra Volonterio, sta dando i primi risultati, sparring più sofisticato, lavoro tecnico con i pesi e una minor, ma più specifica impostazione tecnica sono i segreti, per iniziare un nuovo corso di formazione. Tornando alla ribalta Lombarda, abbiamo ammirato lo stile eccentrico del giovanissimo Anthoni Dedè, che ha dimostrato di possedere un buon potenziale, che lo ha portato a vincere con sicurezza questo campionato, con avversari più quotati ed esperti primi Rosafio della Boxe Mantova, poi il favorito Caruso della Rocky Marciano e in finale il più esperto Volpi della Rally Auto, speriamo che adesso decida di allenarsi seriamente per intraprendere con sicurezza gli Italiani. Per le Cinture Lombarde ottima e bella prestazione di Igor Sevostianov, che ha letteralmente surclassato gli avversari di turno, con un’ottima boxe e un ritmo impressionante, che ha messo sotto gli avversari di turno, dapprima Roncoroni della Nuova Comense, poi Candido della The Ring e in finale con il generoso Talarico della Palumbo Boxe, che in semifinale in un match equilibrato aveva battuto Marco Brignoli dei Panthers. Dopo aver analizzato le vittorie dei vincitori, facciamo gli onori agli altri atleti del sodalizio varesino, Stefano Lucca dopo aver battuto Passero della Boxe Carbonara, in semifinale si trovava di fronte il Campione Italiano Universitario Giulio Zito, che gli impediva l’accesso alla finale dopo un intenso e bello incontro. Come sopra specificato Marco Brignoli perdeva in semifinale con Talarico, dopo aver eliminato nei quarti Maggioni della Robbiatese. Discorso a parte per Edoardo Lozza, che rientrava dopo una lunga pausa di nove mesi, e, non ancora al top, cedeva di misura in semifinale a Calì della Boxe Pavia, dopo aver superato sul filo di lana il coriaceo Panzetta della Nuova Comense. Bella prestazione dell’ancora acerbo Liam Dedè, che cedeva ai punti sul Campione Tatulli, dopo un intensa battaglia, persa per una ancora scarsa maturazione, che però ha dimostrato un buon potenziale su cui si può lavorare. Sconfitta inattesa per Claudio Rosa, che nella finale dei supermassimi junior, cedeva dopo una brutta prestazione con Martino della Rally Auto di Crema. Concludiamo con una sconfitta inattesa, quella di Iuliano Gallo, che cedeva dopo una intensa battaglia difronte a Gabriele Gangi della Master Boxe poi vincitore della Cintura Lombarda, ma sicuramente conoscendo il carattere coriaceo del panterino, questo passo falso sarà al più presto recuperato.  (Daniele Coppa)

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi