Nettuno ScalaAvezzano, L’Aquila, 10 ottobre 2014 – Il laziale Giodi Scala è tornato in possesso della vacante cintura italiana dei pesi gallo dopo 10 estenuanti riprese combattute con l’indomabile Pio Antonio Nettuno. Al termine del confronto diretto dall’arbitro Paolucci il verdetto è stato diviso: De Cicco ha sommato 96-94 a favore di Nettuno; gli altri due, Roda e Ramacciotti, hanno totalizzato il vantaggio per Scala con due distinti 97-93.

I due si erano affrontati dieci mesi prima per il vacante titolo dei pesi supergallo e Scala aveva vinto con decisione unanime. Il secondo appuntamento, sempre valevole per una vacante cintura nazionale, si è dato al limite dei pesi gallo, pochi chili in meno rispetto alla prima volta, dopo che Scala aveva dovuto cedere il primato nazionale dei supergallo all’altro laziale Emiliano Salvini con decisione unanime.

Scala, kg 52.900, più alto di Nettuno, kg 53.400, ha sofferto le riprese iniziali dinanzi al tamburellare dell’avversario, molto determinato nel voler imporre la sua superiorità agonistica.

Le connotazioni del confronto sono molto chiare fin dall’inizio: Scala vuole imporre la boxe a lunga e media distanza contro le intenzioni combattive di Nettuno che attacca con impeto, usando combinazioni al tronco ed al visto. Scala nonostante l’allungo è costretto ad indietreggiare verso le corde, dove si chiude a riccio nel tentativo di evitare le bordate dell’avversario.

Nettuno ha insistito per tutto il match con il suo lavoro di attacco; apparso poco mobile sul tronco ha favorito le repliche a centro ring dell’avversario.

Con il passare delle riprese Scala, usando spesso la guardia falsa, ha trovato la misura per piazzare il montante destro doppiato con il sinistro. Nettuno, senza mai demordere, ha ribattuto con decisione, con serie prolungate.

Nelle frazioni conclusive Scala ha saputo essere determinato nell’avvio di ripresa; Nettuno ha fatto il resto, ribadendo la sua tattica offensiva fino al suono della campana.

Scala, 24 anni compiuti, ha riportato la vittoria numero 8 (2 anzitempo) contro 1 sconfitta.

Nettuno, 29 anni da compiere il 19 prossimo, ha portato la lista degli insuccessi a quota 9 a fronte di 7 trionfi (1 prima del limite). Si è trattato della sua quinta sfida tricolore: 4 al limite dei pesi gallo, 1 nella divisione dei supergallo.

(Michele Primiano Schiavone)

Fonte www.sportenote.com

Foto di Renata Romagnoli

Di Alfredo