2013-04-12jesi647Ancona, 11/10/2013

Un buon allenamento per Michele Focosi in vista  del più impegnativo combattimento per il silver WBC che dovrebbe disputare entro il prossimo mese contro il brasiliano Eduardo Pereira Dos Reis. Considerato il record veramente scarso di Samara si temeva che il match potesse terminare in poche battute. Così fortunatamente non è stato e l’ukraino ha fatto la sua parte decentemente per le prime quattro riprese. Solo nelle ultime due è scoppiato ma Focosi ha ritenuto giustamente di non forzare ed il combattimento si è concluso ai punti. Per la cronaca c’è poco da dire: l’anconetano ha attaccato fin dalle prime battute soprattutto con il lavoro al corpo mentre Samara impostato in guardia destra cercava di contrarlo con il sinistro d’incontro al volto ed al fegato. Prime quattro riprese di intensa battaglia con Focosi saldamente al comando e Samara che, pure surclassato, non mostrava segni evidenti di cedimento. Poi a partire dalla quarta il lavoro al bersaglio grosso si faceva sentire, l’ukraino perdeva di mobilità  e denunciava vistose carenze di fiato. A quel punto a Focosi sarebbe bastato intensificare il forcing per chiudere la partita ma ha preferito, soprattutto nell’ultima tornata, rallentare il ritmo, fare della velocità e consentire a Samara, pesto e sanguinante, di giungere al termine. Che dire del pugile anconetano? E’ apparso come al solito dotato sicuramente di potenza, ci è sembrato molto concentrato e fisicamente ben messo; altro, data la statura modesta dell’avversario, non si è potuto vedere.

Interessante anche il prologo dilettantistico che su sette combattimenti ha visto ben quattro pareggi a testimonianza dell’equilibrio dei valori in campo e con soddisfazione del pubblico intervenuto, non molto per la verità. Tre soprattutto i matches che hanno scaldato la platea. Nel primo, un  pareggio fra Aloi e Ciampichetti che hanno dato veramente tutto in un continuo dai e prendi per tutti tre i tempi. Il secondo che ha visto prevalere l’anconetano Emili ai danni del perugino Betti anche se a nostro modesto avviso un pareggio avrebbe meglio rispettato quanto accaduto sul ring. Nel terzo il pari fra Feto e Maiolatesi. Per la verità tecnicamente parlando il match non è stato un granchè con i due testa contro testa a scambiarsi ganci e montanti ma, dal lato agonistico spettacolare, è stato graditissimo dalla platea che ha sottolineato la propria soddisfazione con applausi continui. Decisamene positive anche le prove di Garito, Ubertini e Rinaldi, quest’ultimo vittorioso prima del limite.

Ufficiali di Servizio: Giancamilli, Ngeleka, Lupi, Di Clementi, Mariani.

I risultati

Dilettanti kg 64: Aloi (Upa) e Ciampichetti (Pug. Jesina) pari; kg 60: Garito (Upa) b. Calandriello (Boxe Perugia); kg 69: Ubertini (Upa) e Balucani (Boxe Perugia) pari; Kg 60: Rinaldi (Upa) b. Careddu (Boxe Castelfidardo) rsch 2^; Bertini (Upa) e Campanari (Boxe Cadstelfidardo) pari; Kg 75: Emili (Upa) b. Betti (Boxe Perugia); Feto (Upa) e Maiolatesi (Pug. Jesina) pari.

Professionisti pesi superleggeri: Michele Focosi (kg 63, col. Zurlo, 18-2.2) b. Olekandr Samara (Kg 63, col. Campitelli, 0-5-1) 6 riprese.

(G. F.)

Foto di Renata Romagnoli

Di Alfredo