La seconda giornata del tricolore ai Campionati Mondiali Militari, in corso di svolgimento a a Baku, in Azerbaijan, si è conclusa con un bilancio più che positivo dopo l’uscita di scena di Walter Melis, il primo atleta militare che ha tentato il passaggio alle Semifinali, battuto dal forte uzbeko Bakhodir, che lo scorso anno ai IV Giochi Mondiali Militari aveva sbarrato la strada al fratello Luca. E se in India Luca Melis era riuscito a conquistare la medaglia di bronzo nei 60 kg., sul ring azerbaijano del Heydar Aliyev Sport Center oggi, purtroppo, nei 64 Kg., non è riuscito a bissare l’eccellente risultato.

A fermare la sua avanzata è stata l’esperienza dell’indiano Som Bahadur Pun che ha conquistato il passaggio alle Semifinali con il punteggio di 8 a 2. “Il nostro giovane atleta – ha dichiarato il Team Captain Cap. Giuseppe Minissale – si è fatto imbrigliare dalla tattica corpo a corpo dell’avversario nelle prime due riprese. I consigli all’angolo gli hanno fatto recuperare parte del gap ma soprattutto hanno riequilibrato il match che, però, era ormai compromesso. Una sconfitta che ci può stare in quanto dovuta all’inesperienza”.
A risollevare gli animi dell’angolo azzurro sono stati i due rappresentanti della Squadra Azzurra Olimpica che, dopo la loro partecipazione a Pechino 2008, pur avendo accumulato molta stanchezza, si sono rimessi subito all’opera su ring internazionali. A cominciare dal romano Alessio Di Savino, categoria 57 Kg., campione italiano nel 2005 e nel 2007, che ha fatto parte della spedizione olimpica, potendo coronare il suo sogno, dopo essersi qualificato ad Atene, dove è salito sul podio più alto. Se a Liverpool, in occasione dei 38simi Campionati Europei Senior, svoltisi da poco, non è riuscito a raggiungere i quarti di finale, oggi a Baku ha superato l’ostacolo e si è assicurato già la medaglia di bronzo, battendo di netto, per 16 a 1, Samaranayake (Sri Lanka). Come lui anche il casertano di Piedimonte Matese Vittorio Jahin Parrinello, campione italiano nel 2005 e 2007, qualificatosi ad Atene in occasione del 2° Torneo AIBA di Boxe per la Qualificazione Olimpica, ha brillato sul ring mondiale militare superando, con il punteggio di 33 a 2, nella categoria dei 54 Kg., un altro atleta dello Sri Lanka, Jayakody. “I due azzurri – ha commentato soddisfatto il Cap. Minissale – hanno passato il turno con autorità, mostrando un ottimo stato di forma dovuto all’eccellente preparazione tecnico-tattica. Gli avversari sono stati modesti ma la boxe di Di Savino e Parrinello è stata senza alcun dubbio spettacolare”.
Grande la soddisfazione anche dei due tecnici del Centro Sportivo Esercito Cesare Frontaloni e Michele Cirillo, e del Team Leader Ten. Col. Walter Forghino, oltre che dell’arbitro/giudice Sebastiano Sapuppo, che all’ultimo, notizia giuntaci solo ora, ha sostituito Albino Foti.

Forza azzurri!

Ufficio Comunicazione FPI
Michela Pellegrini

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi