BallisaiLoreniBeltLe aspettative sulla carta parlavano di un grande match fra Massimiliano Ballisai (8-0) e Michael Isaac Carrero (9-4-2), ma la realtà le ha superate di gran lunga ieri sera sul ring del Maneggio del Borgo La Caccia di Bedizzole (BS).
Con in palio la vacante cintura IBO Youth dei superpiuma, il pugile della Colonia Loreni Olab ha mandato in scena una prova superlativa sotto tutti i profili.
Sempre all’attacco e senza mai perdere di vista l’obiettivo, l’allievo del maestro Dino Orso ha mantenuto alto il ritmo punendo ogni iniziativa del nicaraguense.
La battaglia si è protratta sino all’ultimo istante e alla fine i cartellini unanimi di 98-91, 97-91 e 98-92 hanno premiato Ballisai.
Mario e Graziano Loreni hanno tratto ottime indicazioni dalla sua performance e hanno avuto la conferma di poter fare progetti prestigiosi sul giovane piemontese, già maturato oltre ogni previsione.
Il restante cartellone, reso possibile dal supporto e dalla collaborazione di Giovanni e Andrea Bonomelli, ai vertici della Cooperativa di solidarietà Lautari, comunità pedagogico riabilitativa per tossicodipendenti di quindicennale esperienza, il cui maneggio ha ospitato l’evento, si è rivelato all’altezza del clou, trasmesso da RAI Sport Più.
In particolare i complimenti vanno a Daniele Limone (2-0), avvisato all’ultimo minuto, ma presentatosi comunque in forma smagliante all’appuntamento con l’ostico Hyusein Hyuseinov (1-2).
Un millimetrico destro d’incontro ha chiuso in suo favore la contesa al 2° round.
Sugli scudi anche Loredana Piazza (6-0), che ha costretto alla resa per KOT al 4° round Ivalina Ivanova (1-3).
Vario ed efficace il repertorio della piemontese, sul cui futuro la Boxe Loreni sta già lavorando in direzione titolata.
La sfortuna ha messo lo zampino nell’incontro di Tiberiu Ciubotaru (11-1), che ha perso l’imbattibilità su un destro maligno del pericoloso Ronny McField (13-3-2).
Il romeno di Pescara stava quasi per chiudere il confronto, dopo una prima ripresa nella quale aveva anche imposto un atterramento al rivale, ma poi una distrazione unita al cosiddetto “colpo della domenica” lo hanno costretto alla sconfitta per KO al 2° round.
Positive oltre i risultati anche le prove degli alfieri della Mariani Boxe Ring Brescia, con i frutti del lavoro di Graziano Loreni e Sergio Fiini che cominciano a farsi vedere.
Prossimo appuntamento il 18 dicembre a Latina, con la difesa del WBA Intercontinentale dei superleggeri da parte di Brunet Zamora, con in azione anche Leonard Bundu, Mario Pisanti, Rodrigo Bracco e Valeria Imbrogno.

Di Massimo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi