de-paola-francineDue ori ed un bronzo, sono il bottino complessivo delle medaglie conquistate dai nostri atleti nella seconda giornata dei Giochi del Mediterraneo.

A portare in alto il nome dell’Italia sono stati, in ordine di merito, i caporalmaggiori Francine De Paola (nella foto)  nella finale dei 51 chilogrammi della lotta libera, Laura Letrari nel nuoto con la prova della staffetta 4×100 e Niccolò Campriani nel tiro a segno, specialità carabina a 10 metri.

La prima vittoria dei nostri militari giunge alle ore 19,00 quando il caporalmaggiore De Paola, dopo aver affrontato prima la francese Basset ai quarti vinti con il punteggio di 5-0 e poi in semifinale la spagnola Serrano, superata per 4-3, travolge in finale la turca Atakol per 3-0.

L’altro oro è invece firmato dal caporalmaggiore Laura Letrari nella staffetta 4×100 stile libero. L’atleta dell’Esercito, già protagonista nel pomeriggio di un quinto posto nella finale dei 50 dorso, insieme a Erica Buratto, Giorgia Mancin e Federica Pellegrini vincono la gara con il tempo di 3:40.63.

Chiude questa memorabile giornata di medaglie uno sfortunato Niccolò Campriani, terzo classificato nella finale della carabina ad aria compressa a 10 metri con il punteggio di 696.9. Una finale equilibrata quella di Niccolò che però non ha saputo sfuggire, almeno questa volta, alla tensione dell’ultimo colpo, un 8.3, che gli ha precluso il secondo posto.

Con l’argento conquistato ieri dal caporalmaggiore Vito Dellino nel sollevamento pesi, salgono a quattro le medaglie conquistate dai nostri atleti in questa sedicesima edizione dei Giochi del Mediterraneo.

Comunicato: CSOE

 

Di Alfredo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi